pilota ai comandi
altro
caratteristiche psicologiche di azioni errate del pilota

caratteristiche psicologiche

azioni pilota non corretti

errore del pilota è un problema con una delle qualità fondamentali del suo come un uomo - la libertà e, quindi, la responsabilità per le sue azioni. In termini di responsabilità tutti i punti di vista psicologico sulla natura delle azioni sbagliate sono nell'ambito di questa controversia - libero o non libero - ed espresse, rispettivamente, nei due posizioni, che possono essere richiamati caratteristica amministrativo in primo luogo per i membri dell'amministrazione, la gestione e la ricerca, in modo che la prima caratteristica solo per gli scienziati.

I rappresentanti del punto di vista amministrativo, pensano che perché una persona ha la libertà, che è responsabile di tutte le violazioni delle sue azioni libere e per queste violazioni devono essere puniti, vale a dire Tutte le deviazioni nel comportamento libero sono reati. Allo stesso tempo, di regola, una persona che ha commesso un errore, è accusato di negligenza, disattenzione, disattenzione, distrazione e altri peccati simili associati in modo improprio, l'agenzia ritiene che, un uomo di comprendere la sua responsabilità, vale a dire. E. Con l'espressione inadeguata della loro libertà. Poiché errori si verificano a causa della presenza di libertà, la direzione principale di trattare con loro è quello di ridurre la libertà di comportamento.

Ciò può essere ottenuto nei seguenti modi:

  • a) un aumento del numero di istruzioni che regolano l'attività e il loro inasprimento. Si presume che più stretto è il "corridoio" per l'occorrenza delle deviazioni e più forte è il muro, meno errori;

  • b) una diminuzione della quota di una persona nel processo di gestione, il desiderio di ridurre al minimo il proprio ruolo (osservazione semplice, pressione algoritmica dei pulsanti e così via). Si ritiene che meno una persona interviene nel processo di gestione, meno farà errori. Il limite di minimizzare il ruolo di una persona è la piena automazione;

  • c) fissare le azioni giuste, che si riducono ad uno studio costante delle istruzioni esistenti, alla formazione, al superamento di test, ecc. Si presume che quanto più una persona ha imparato il comportamento corretto, tanto meno spontanea sarà la sua implementazione.

Ma, come dimostra l'esperienza, la moderazione non corretta è di per sé una fonte di violazioni della matrice di istruzioni diventa troppo grande, e anche contraddittorio, l'uomo alienato dal pilotaggio a automazione eccessiva, competenze troppo duro priva significatività del suo lavoro.

Da un punto di vista scientifico, tutte le deviazioni si verificano in determinate condizioni, e per alcuni motivi, vale a dire Essa si verifica indipendentemente dal libero arbitrio e la coscienza umana. In altre parole, la deviazione è una manifestazione di certe leggi naturali della natura, e quindi il responsabile della loro non può essere ritenuta.

Errori - non vino, ma la sfortuna dell'uomo.

Ci sono otto tipi di spiegazioni psicologiche del motivo per cui ci sono deviazioni, e ogni tipo di spiegazione si basa su una certa esperienza pratica e offre un modo per evitare errori.

  • 1. In alcune condizioni di attività, le deviazioni si verificano più spesso di altre. Ciò significa che queste condizioni sono particolarmente favorevoli alla comparsa di fallimenti nella psiche umana. Sfavorevole può essere una varietà di fattori: fisico, biologico, mentale, sociale, ecc. Ad esempio, l'ora del giorno, l'influenza dell'atmosfera. Il modo di affrontare le deviazioni in questo caso è neutralizzare l'azione di quei fattori che maggiormente contribuiscono al verificarsi di deviazioni.

  • 2. Una persona perfettamente sana in condizioni completamente normali commette azioni ingiustificate. Ciò significa che la psiche, così come l'intera natura, funziona secondo leggi stocastiche, che consentono l'ambiguità, l'incertezza della risposta di qualsiasi elemento nel sistema in condizioni esterne costanti. Il modo in cui trattare le deviazioni in questo caso è ridurre la proporzione di incertezza nel funzionamento del sistema, ad esempio sostituendo elementi più "incerti" (controlli, indicazioni, allarmi, ecc.) Con quelli meno incerti, ad es. quelli con cui vengono fatti meno errori (duplicando elementi, introducendo feedback, ecc.).

  • 3. Le deviazioni si verificano in presenza di condizioni di lavoro estreme e limitanti, ad esempio, la scala delle scale è molto piccola, difficile da distinguere o gli interruttori sono posizionati troppo vicini l'uno all'altro. In questo caso, è necessario garantire normali condizioni di attività, ad es. la situazione porta alla normalità.

  • 4. È solo un po 'complicare la situazione, in quanto una persona che ha affrontato bene la situazione, inizia ad ammettere i fallimenti, ad esempio nel pilotaggio quando le condizioni meteorologiche diventano più complesse. Ciò significa che una persona non è istruita e il modo di affrontare le deviazioni in questo caso è di cambiare la natura della formazione.

  • 5. Nelle stesse situazioni, alcune persone commettono errori e altre no. Ne consegue che alcuni sono in grado di agire correttamente in una situazione simile, mentre altri non sono in grado, vale a dire. alcune persone hanno abilità che sono appropriate per questo lavoro, mentre altre no. Da qui il modo di affrontare gli errori: la selezione di persone con capacità rilevanti di questa attività.

  • 6. In alcune situazioni, una varietà di persone commette errori costantemente. Da ciò ne consegue che queste situazioni non corrispondono alle capacità naturali di una persona, non è adatto a questo tipo di condizioni, ad esempio, per eseguire due diversi tipi di attività contemporaneamente, come il pilotaggio a bassa quota e contemporaneamente l'osservazione del terreno. In questo caso, si dovrebbe prendere in considerazione la capacità di una persona di agire in tali situazioni e svolgere la formazione - testando le proprietà che una persona ha, in modo che le condizioni diventino accettabili per lui.

  • 7. In alcuni casi, le azioni di una persona sono distruttive, distruttive; l'azione distruttiva può essere diretta a se stesso. Questo perché l'istinto di distruzione è presente nell'uomo. Per evitare tali deviazioni, una persona dovrebbe essere sottoposta a un trattamento psicoterapeutico per indebolire l'effetto dell'istinto.

  • 8. In una situazione in cui una persona ha fatto tutto correttamente molte volte, improvvisamente fallisce. Ciò significa che in questo caso la motivazione per il successo dell'attività è indebolita per qualche ragione, vale a dire una persona non è sufficientemente interessata a svolgere tali attività, e quindi negligenza nell'esecuzione di tali attività, che porta al fallimento. Per evitare tali deviazioni, una persona dovrebbe essere adeguatamente motivata, interessata a svolgere il compito, applicando a lui rinforzi positivi o negativi.

Si deve notare che il punto di vista di cui sopra non si escludono a vicenda, praticamente ogni caso di errore, la deviazione può essere spiegato da prendere qualsiasi punto. Queste qualifiche sono a priori, cioè, uno scienziato ha un parere circa la causa dell'errore prima che si verifichi.

Così, il punto di vista amministrativo per cancellare tutti libertà umana, senza entrare nel causa dell'errore. In questo senso, ogni deviazione è un reato. punto "scientifico" di vista, negando una persona la libertà interpreta ogni deviazione come un atto forzato. L'uomo si trasforma così in un ingranaggio irresponsabile cessa di essere un attore consapevole attiva.

Come si può vedere, e in questo, e in un'altra posizione può essere solo un tipo di deviazione: cattiva condotta o un'azione involontaria. Ovviamente, questo è troppo grande generalizzazione. Considerare i possibili tipi di anomalie nelle attività umane.

Prima di tutto, l'unico caso si può parlare di un errore umano, se ha il libero arbitrio. In caso contrario, le sue azioni saranno costretti, per la quale non è responsabile. Comportamento è costretto, in primo luogo, nel caso in cui la libertà di una persona portata via e arriva sotto costrizione, come ad esempio ordini diretti, o in conformità con la lettera di istruzioni, anche se può essere personalmente non sono d'accordo con l'ordine, o di credere che in questa situazione è meglio derogare istruzioni paragrafi. In secondo luogo, il comportamento è costretto nel caso in cui una persona a causa della loro natura non può controllare gli eventi. Ad esempio, i vari tipi di illusioni della percezione nascono indipendentemente dalla volontà e la volontà dell'uomo, che non può sempre utilizzare misure oggettive per identificare la natura illusoria della sua percezione. In questi casi è anche impossibile per incriminare la persona responsabile per le azioni commesse dai loro torto.

Ma se il libero arbitrio non è un qualsiasi deviazione è un errore. La libertà di scelta implica che una persona ha alternative, ciascuna delle quali porta ad un certo risultato. Concentrandosi su un particolare risultato, la persona fa una scelta, mostrando in tal modo la libertà di scelta. Al fine di fare scelte responsabili, si deve capire, realizzare il collegamento delle loro azioni con il risultato. Parlando psicologicamente, deve avere la libertà di coscienza.

Ci sono situazioni in cui non vi è alcuna possibilità di comprensione. Questo avviene in due casi.

Il primo - quando la situazione non è oltre la comprensione, per esempio, l'aereo è in una modalità critica di volo, per i quali le leggi sconosciute del suo comportamento, in modo che il conducente non sa cosa sarà o quello della sua azione. base razionale per la scelta non è presente.

Secondo - quando il pilota perde consapevolezza della capacità di una coscienza stessa è in condizioni critiche, come avviene, per esempio, ipossia, o la persona sviene solo. Quando una persona non ha la libertà di spirito, le sue azioni sono spontanee, non regolata da lui stesso; l'esito della situazione in questo caso dipende da quanto fortunato o sfortunato. La responsabilità per l'esito di queste situazioni porta non è il pilota che ha fatto una mossa falsa, e la colpa per il pilota si è trovato in una situazione simile (forse è di propria iniziativa ed è stato in esso).

Così, in assenza del libero arbitrio e la coscienza di azione è sia forzata o spontanea. Ovviamente, né l'uno né l'altro non può essere considerato un errore.

Ma se c'è il libero arbitrio e la coscienza non sono affatto azione sbagliata è un errore. Se il comportamento è effettuata ad una certa situazione, vale a dire uomo sa cosa e come farlo nel modo giusto, e quale sarà la sua azione sbagliata, e, tuttavia, fa un propositivo, non è un errore, ma un crimine (male, sabotaggio). Ad esempio, il secondo pilota vede che il comandante è sbagliato, ma non aggiusta la voglia di punire il comandante.

Link utili:

Avia.pro

.
al piano di sopra