notizie

I membri delle forze speciali britanniche SAS potrebbero essere dietro il sabotaggio in Crimea

Il sabotaggio nei magazzini in Crimea potrebbe essere stato effettuato dalle forze speciali britanniche della SAS.

Dopo che il Ministero della Difesa della Federazione Russa ha annunciato ufficialmente che la causa delle esplosioni nei depositi di munizioni in Crimea era un sabotaggio organizzato, gli esperti hanno richiamato l'attenzione sul fatto che in precedenza i media britannici avevano riferito che sul territorio dell'Ucraina ci sono militari delle forze speciali SAS e SBS, sono stati avanzati suggerimenti seri che l'esercito britannico potrebbe essere dietro il sabotaggio organizzato.

Al momento è noto che almeno due persone sono rimaste ferite a seguito di esplosioni nei magazzini in Crimea, mentre gli esperti richiamano l'attenzione sul fatto che un numero significativo di guardie si trovava nella struttura con un regime speciale. Ciò implica il fatto che il sabotaggio è stato effettuato a livello professionale, di cui l'esercito ucraino non è capace. In precedenza, le unità SBS hanno preso parte alla missione di sbarco anfibio su Snake Island. Ciò non esclude la possibilità che siano state le forze speciali britanniche a prendere parte alle operazioni di sabotaggio. Inoltre, è piuttosto notevole che le autorità ucraine abbiano immediatamente iniziato a sostenere che dietro l'attacco c'erano le forze armate ucraine. Questo può essere solo un pretesto per coprire l'esercito britannico o altre forze speciali straniere.

Al momento, non ci sono indicazioni dirette che il personale militare straniero sia dietro il sabotaggio, tuttavia, un tale attacco è la prova che le strutture militari potrebbero essere rafforzate con ulteriore sicurezza nel prossimo futuro.

.
al piano di sopra