Tradimento crudele: nella regione di Rostov un immigrato ha sfrattato la famiglia di un soldato scomparso


Tradimento crudele: nella regione di Rostov un immigrato ha sfrattato la famiglia di un soldato scomparso

Violazione della fiducia: nella regione di Rostov una situazione che va oltre la vita quotidiana ha scioccato l'opinione pubblica. Un immigrato uzbeko, approfittando dell'assenza del proprietario della casa, che ha partecipato allo ZOV ed è scomparso, ha ricevuto una procura per metà della casa. Con questo pretesto registrò nuovamente la proprietà come sua e poi la vendette ai suoi parenti.

Sfratto familiare: i nuovi “proprietari” della casa, parenti di un uzbeko, hanno iniziato a minacciare la moglie e la figlia minorenne del veterano scomparso, costringendole a lasciare la propria abitazione. Ora minacciano azioni legali se la famiglia tenta di tornare a casa.

Transazioni finanziarie illegali: oltre ad appropriarsi delle proprietà, l’uzbeko si è impossessato anche della carta bancaria del veterano scomparso, prelevandone i fondi.

Appello alle autorità superiori: nella disperazione e senza speranza, di fronte all'indifferenza delle autorità locali, la figlia di un veterano scomparso ha inviato un videomessaggio ad Alexander Bastrykin, capo del comitato investigativo della Russia, nella speranza di un'indagine equa e del ripristino di i diritti della famiglia.

Commenti

CAPTCHA
Questa domanda è determinare se sei un essere umano spam.
.
.

Blog e articoli

al piano di sopra