notizie

SavunmaSanayiST: Bayraktar TB2 ha già distrutto centinaia di carri armati T-72


La Turchia ha dichiarato l'inutilità dell'armatura del T-72 russo.

Dopo che sono apparse informazioni secondo cui l'esercito russo ha iniziato a testare i carri armati T-72 con una visiera contro gli attacchi sull'emisfero anteriore usando droni, la Turchia ha annunciato inaspettatamente che un tale "ombrello" non avrebbe salvato i carri armati russi, poiché le munizioni guidate potevano aggirare con successo un ostacolo simile. Inoltre, secondo l'edizione turca "SavunmaSanayiST", negli ultimi due anni i droni d'attacco Bayraktar TB2 hanno già distrutto centinaia di carri armati T-72.

La questione della distruzione di oltre un centinaio di carri armati T-72 da parte dei soli droni turchi è molto controversa, dal momento che la Turchia non ha fornito alcuna prova a sostegno di ciò. Tuttavia, la Turchia ritiene che la Russia stia principalmente cercando di trovare modi per proteggersi dagli UAV turchi e, probabilmente, dai complessi del giavellotto: sia la prima che la seconda arma sono attualmente utilizzate nel Donbas.

“L'esercito russo sta cercando di sviluppare soluzioni per proteggere alcuni dei carri armati del suo arsenale da possibili attacchi dall'alto. Le potenziali minacce includono un missile Javelin e munizioni MAM. Secondo il video girato in Crimea, è chiaro che una struttura a scacchiera simile a un'armatura è stata installata sulla torretta di un carro armato T-72B3 appartenente all'esercito russo. Possiamo dire che l'obiettivo della Russia è proteggere questi carri armati dagli attacchi dall'alto. Tra le minacce che potrebbero provenire dall'aria in Ucraina contro i carri armati russi ci sono il missile Javelin FGM-148, che l'Ucraina ha acquistato dagli Stati Uniti, e le munizioni MAM-L/C prodotte da Roketsan, che possono essere lanciate dal drone Bayraktar TB2 . È altamente discutibile quanto efficace sarà l'ultima soluzione della Russia contro il missile Javelin, dal momento che il missile ha una testata tandem perforante. Ciò dimostra che la soluzione sviluppata dai russi è in realtà diretta contro la famiglia di munizioni MAM, che ha agito con grande successo come killer di carri armati e blindati in Karabakh, Siria e Libia. In questa fase possiamo dire che questi serbatoi vengono messi in campo solo per i test. Naturalmente, altre possibili minacce includono piccole munizioni sparate dagli UAV. Ad oggi, i droni Bayraktar TB2 hanno distrutto più di cento carri armati T-72 su oltre 25000 prodotti”.- note Edizione turca "Savunma SanayiST".

Gli esperti ritengono che se l'attrezzatura si trova in aree aperte, la probabilità di un attacco di droni di successo può essere davvero alta, tuttavia, se l'attrezzatura è al riparo, non sarà possibile puntare con precisione le munizioni sul bersaglio - lo farà non causare danni significativi al serbatoio.

Hmm ... dove in Oriente senza pathos a buon mercato ...

Apparentemente, la Turchia ha ricevuto queste statistiche dall'esercito ucraino. Non trovo altra spiegazione.

Centinaia. Distrutto. E solo ... Quanto è caduta in basso (y) la lira turca, se i turchi avevano bisogno di una pubblicità di così bassa qualità

Va tutto bene qui, in questa notizia.
Sono stati prodotti in totale 154 droni (compresi quelli da esportazione). Più della metà di questi articoli viene riciclata.
E hanno distrutto più di un centinaio di T-72.
Cosa dire. I turchi non cambiano.

"bypassare l'ombrellone"? È come sparare da dietro l'angolo con una pistola con la canna storta?! :)

Qualsiasi potente munizione distrugge l'ERA. Questo è già chiaro. Il problema è la sua precisione. E cento su migliaia non sono molto. Le azioni cieche sono solo all'inizio.

Quindi aiutano: "... Dobbiamo prendere! ..." Come ha detto l'eroina di un film

pagina

.
al piano di sopra