notizie

Un sottomarino russo con 160 testate nucleari è apparso al largo delle coste statunitensi


Un sottomarino nucleare russo con 160 testate nucleari è apparso al largo delle coste degli Stati Uniti.

Il sottomarino nucleare russo del progetto Borey, armato con 16 missili balistici Bulava, è apparso inaspettatamente al largo delle coste degli Stati Uniti, cosa che ha spaventato molto Washington. Ciascuno dei missili in servizio con il sottomarino è in grado di trasportare fino a 10 testate nucleari. Ciò ha creato un pericolo estremamente serio per gli Stati Uniti, soprattutto perché non è stato possibile rintracciare il sottomarino nucleare russo.

Come risulta dal materiale presentato dalla pubblicazione "NetEase", il sottomarino nucleare russo del progetto Borei (secondo altre fonti potrebbe essere un sottomarino del progetto Akula), è arrivato inosservato sulle coste statunitensi, rimanendovi per molto a lungo. La posizione del sottomarino nucleare, che trasportava fino a 160 testate nucleari, è stata stabilita dopo che l'equipaggio del sottomarino nucleare ha iniziato a tornare alla base, cosa che ha spaventato molto gli Stati Uniti, soprattutto nel contesto delle relazioni chiaramente raffreddate tra Mosca e Washington.

“Il più potente sottomarino nucleare in servizio con la Marina russa, in grado di trasportare 160 testate nucleari, ha fatto irruzione coraggiosamente nelle retrovie degli Stati Uniti. […] 160 testate del sottomarino nucleare "Borey" sono una buona ragione per cui Washington si innervosisce per il sottomarino russo", - riporta la pubblicazione "NetEase", sottolineando che la Russia è pronta a tenere costantemente in sospeso gli Stati Uniti con i suoi sottomarini, in grado di distruggere la maggior parte del territorio degli Stati Uniti d'America in pochi minuti.

Nel caso in cui la Russia decidesse davvero di equipaggiare una base navale a Cuba o in Venezuela, come riportato dal ministero degli Esteri russo, i sottomarini nucleari russi possono pattugliare costantemente le acque vicino alla costa statunitense. Ovviamente, questo diventerà un grosso problema per Washington.

Il Texas vuole separarsi dagli Stati Uniti, quindi non toccarlo.

NETease è una fonte dubbia. E non c'è nessun collegamento ad esso. È improbabile che esista un sito di notizie del genere.

Guarda due restituiti e tre hanno preso il servizio, di sicuro non si sono solo nascosti, hanno elaborato "lanci" sui bersagli. Stanno di guardia sulla Patria, mentre noi siamo qui a consigliare lo Stato Maggiore su come condurre le operazioni militari in Novorossia e in Siria, Buona salute a loro

Questa è una risposta a quei rappresentanti del Congresso degli Stati Uniti che propongono di inviare le nostre truppe in caserma e di ritirarle dal confine con l'Ucraina. E abbiamo anche altre truppe: i nostri sottomarini nativi. Quindi lascia che gli Stati Uniti si prendano cura non solo dell'Ucraina, ma pensino anche al proprio destino quando minacciano sanzioni contro la Russia e, inoltre, il nostro presidente.

Quanto amiamo vantarci?

Avanti Russia, potente Russia!!

È improbabile che gli Stati Uniti siano i primi a iniziare una guerra con la Russia, se non forse per procura

dovranno solo gridare "gloria agli Stati Uniti"

Non conosci molto bene gli americani e i loro militari.

Conoscendo l'autonomia e le caratteristiche dei sottomarini nucleari, si può presumere che si trovino da tempo vicino alla costa degli Stati Uniti.

Ora devono essere provvisti di tremore nervoso!

Questo è più che sufficiente per trasformare l'intera costa orientale dello stato del Texas negli Stati Uniti in un deserto inadatto alla vita e all'essere lì. 5-10 minuti saranno sufficienti per questo. Quindi non avranno alcuna possibilità!

La guerra nucleare comincerà.

Quanto presto ti arrendi "Ne sono stufo". :)
Gli Stati Uniti sono un'isola. E dov'è il suo .. "posteriore"!?
Questa edizione di NetEase è strana...

Gli americani probabilmente colpiranno per primi, purché tu possa metterti in mostra, anche io sono stanco di farlo.

pagina

.

Migliore del mondo dell'aviazione

Sottosopra
post
articoli dell'autore
al piano di sopra