notizie

Gli AGM-88 americani sono stati sviluppati appositamente per combattere Buk e S-300

I missili americani AGM-88 sono stati sviluppati appositamente per contrastare i sistemi di difesa aerea Buk e S-300.

Sullo sfondo delle consegne di quest'ultimo all'armamento dell'Ucraina (e, secondo dati non ufficiali forniti da fonti ucraine, stiamo parlando di 50 missili nel primo lotto di armi), si è saputo che negli anni '80 del secolo scorso questi missili sono stati sviluppati appositamente per contrastare i sistemi missilistici antiaerei S-125, S-200, nonché i sistemi di difesa aerea molto più moderni "Buk" e S-300 "Favorite".

Al momento, gli Stati Uniti hanno confermato il trasferimento di missili anti-radar all'Ucraina. Il vicesegretario alla Difesa statunitense Colin Kohl non ha specificato di che tipo di missili si stesse parlando, tuttavia, tenendo conto dei frammenti del missile AGM-88 scoperti in precedenza, si può affermare con un alto grado di certezza di cui stiamo parlando loro.

Il fatto che oggi lo spazio aereo delle Repubbliche popolari di Donetsk e Luhansk sia protetto dai sistemi missilistici antiaerei Buk (e secondo alcune fonti, dai sistemi missilistici antiaerei S-300) suscita seria preoccupazione che l'Ucraina stia preparando massicci attacchi e attualmente cercando di raggiungere la loro massima efficacia contrastando i sistemi di difesa aerea e le stazioni radar schierate.

Quante volte tali armi sono già state utilizzate e quanto sia efficace non è specificato.

.
al piano di sopra