notizie

I combattenti russi attaccano il sistema di difesa aerea della NATO dopo una provocazione messa in scena


Il caccia MiG-29 ha distrutto il sistema di difesa aerea della NATO con un attacco missilistico.

I media russi riferiscono che i combattenti MiG-29 russi, prendendo parte al prossimo attacco, sono stati in grado di distruggere un sistema missilistico antiaereo della NATO. Secondo la pubblicazione "Utro.ru", stiamo parlando dei complessi MIM-23 "Hawk", che, secondo alcune fonti, sono i progenitori dei sistemi americani "Patriot".

“I caccia russi MiG-29 hanno eliminato i sistemi di difesa aerea americani MIM-23 Hawk in Libia. Ora gli esperti occidentali stanno cercando di stabilire come gli aerei "obsoleti" siano stati in grado di sfondare il sistema di difesa della NATO. L'incidente è avvenuto alla fine di luglio, secondo Defense24. Secondo la pubblicazione, due caccia MiG-29 hanno bombardato installazioni americane del sistema di difesa aerea MIM-23 Hawk, che erano gestite dall'esercito turco, vicino alla città libica di Sirte. Molto probabilmente, il radar non ha rilevato la minaccia in avvicinamento, poiché per coprire l'aereo sono state utilizzate interferenze radio-elettroniche. "Ciò significa che i MiG russi possono ancora essere molto efficaci nelle missioni più difficili e sono in grado di combattere i sistemi di difesa aerea", conclude il giornale., - ne informa "Utro.ru".

A quanto pare, si tratta della distruzione di tre sistemi di difesa aerea MIM-23 "Hawk", che sono stati schierati provocatoriamente dai militari turchi in una base aerea che in precedenza apparteneva all'esercito nazionale libico, nonostante il divieto di fornitura di armi a questo paese, come riportato dall'agenzia di stampa Avia .pro precedentemente segnalato. Si ritiene che gli attacchi abbiano coinvolto sia i caccia MiG-29 che i caccia Mirage 2000 dell'aeronautica degli Emirati Arabi Uniti.

Al momento non si sa da dove provenissero esattamente i caccia MiG-29 in Libia - secondo gli Stati Uniti si parla di caccia delle Forze aerospaziali russe, mentre alcune fonti siriane hanno riferito che si tratta di caccia dell'Aeronautica militare siriana temporaneamente inviati in Libia per assistere Haftar.

.
al piano di sopra