John McCain arrabbiato

notizie

John McCain: l'obiettivo della Russia è sconfiggere l'intero Occidente


Il senatore veterano del Partito Repubblicano, John McCain, sta combattendo il cancro, e nel suo tempo libero scrive articoli con la sua visione dello sviluppo di questi o altri eventi politici. Tornando a casa dopo l'ennesimo intervento chirurgico, ha in programma di pubblicare presto le sue memorie, che spera di esporre i risultati delle elezioni 2016 anni e spiegare le ragioni per cui il rapporto con la Russia da allora scosso.

"Putin persegue l'obiettivo: non sconfiggere l'uno o l'altro candidato o addirittura un partito, ma sconfiggere l'intero Occidente".

Nel seguito della sua favolosa ipotesi, McCain dichiara: "Vladimir Putin è un uomo cattivo, sta tramando qualcosa di poco gentile. Distruggerà il governo della legge liberale con gli Stati Uniti alla testa, il che ha portato stabilità, libertà e prosperità all'umanità.

Il senatore ammette di aver smesso di fidarsi di Putin molto prima della vittoria di Trump alle elezioni. "Sono altrettanto scettico riguardo alla politica russa delle ultime quattro amministrazioni. Nella mia carriera politica c'erano molti errori, ma rispetto a Putin, sono certo che ho ragione ".

McCain ha ammesso che le prove dell'interferenza russa nel processo elettorale in 2016 lo hanno scioccato. Tuttavia, ulteriori azioni, o meglio, l'inerzia dell'amministrazione Trump, lo stupirono ancora di più.

"Anche quando Trump era un candidato alla presidenza, ho notato quanto fosse ammirato da Putin. All'inizio, potrei spiegare questo con l'ingenuità di Trump e la generale incuria su come Putin combatta con i valori e gli interessi americani. "Non credo che Trump oi suoi consiglieri avrebbero potuto consapevolmente permettere l'influenza russa", scrive un senatore repubblicano. "Ma anche il minimo rischio che il leader americano possa diventare una vittima dell'estorsione russa deve essere investigato a fondo".

McCain riuscì a ottenere una copia del documento nota come "dossier". L'ex ufficiale dei servizi segreti britannici Christopher Steel (Christopher Steele) è stato incaricato di indagare la connessione campagna di Trump dagli agenti del Cremlino e imparare compromettere il futuro Presidente Putin prese il sopravvento.

Steele ha redatto un dossier pieno di "dettagli piccanti", ma i critici lo hanno immediatamente respinto, citando informazioni non verificate. Il presidente fu più perplesso dalla domanda del cliente, pensò che il dossier era stato compilato secondo l'ordine dell'FBI e interruppe questa struttura statale.

"Ne sono venuto a conoscenza", scrive McCain. Le accuse erano terrificanti, ma non sapevo nemmeno se una di esse avesse una base. Non potevo confermarli o negarli in modo indipendente, quindi ho fatto quello che qualsiasi americano avrebbe fatto se fosse preoccupato per la sicurezza della sua nazione. Ho nascosto il file nella mia cassaforte, ho contattato l'FBI e ho preso un appuntamento con il suo direttore, Jim Komi. Non appena questa opportunità è venuta meno. L'ho incontrato e ho spiegato come il file è caduto nelle mie mani. Ho ammesso di non sapere se potevo credere a tutto ciò che avevo scritto, ma ho notato che non ho dubbi sul fatto che l'FBI stia indagando su tutto come dovrebbe e consegnerà il suo verdetto

Le memorie del senatore repubblicano McCain "The Rebellious Wave: Good Times, Right Cases, Glorious Fights and Other Evaluations", scritto in collaborazione con Mark Salter, saranno pubblicate in circolazione da Simon & Schuster May 22.

McCain deve scegliere uno dei due mali: o combatte il cancro, o combatte contro la Russia. Altrimenti, due uccelli non ne inseguiranno uno.

pagina

al piano di sopra