notizie

USA: la Russia è riuscita a veicoli militari robotici


La Russia occupa posizioni elevate nell'uso di veicoli da combattimento robotici. La scorsa settimana il ministero della Difesa della Federazione Russa ha riferito che il carro robotico "Uranus-9" è stato inviato in Siria per i test di combattimento. Se necessario, può essere equipaggiato con armi di vario tipo, ad esempio, i razzi della classe "terra-aria".

La macchina, controllata a distanza, è dotata di un moderno sistema di guida ottica, che combina l'imaging termico e un sistema di allarme sull'irradiazione laser.

Sull'introduzione del complesso di smantellamento senza equipaggio "Uranus-6" in Siria è stato detto molto, ma su "Uranus-9" - no. Gli analisti militari dovranno ascoltare i commenti sulla sua applicazione nella Repubblica Araba.

"In effetti, la battaglia-testato" Urano-9 "in Siria dovrebbe richiamare l'attenzione di tutti i principali media russi l'orgoglio russo nel loro nuovo telecomando carro armato" - dice Samuel Bendetto, gli esperti del centro di analisi della Marina (CNA) «Al tempo stesso. testare un tale formato potrebbe essere stato fatto senza attirare l'attenzione ", ha detto.

In realtà, la dichiarazione del ministero della Difesa russo può essere considerata un riconoscimento ufficiale dell'uso di un carro armato robotizzato all'estero.

Come il messaggio di agenzia di stato "Ria Novosti", sistemi robotici "Uran-6", utilizzati per le aree di sminamento e complesso multifunzionale "Uran-9", progettati per le operazioni di intelligence e unità di supporto di fuoco sul campo di battaglia, "si sono dimostrati in Siria ".

Commenti sul caso di utilizzo in combattimento dei complessi "Uranus-9" ancora. Ma la zona di conflitto in Siria ha trasformato la Russia in un terreno di prova per le armi moderne.

Dopo l'introduzione di truppe in Siria 2015 anno, le forze armate testati in condizioni di combattimento, un arsenale, in particolare una di missili T-90, un caccia stealth Su-57, sistemi di difesa aerea e nave da crociera-based.

"Nell'assistere le persone fraterne, abbiamo sperimentato su 200 nuove armi", ha detto Vladimir Shamanov, presidente del comitato di difesa della Duma di stato.

Nonostante l'uso diffuso di attrezzature di combattimento robotiche in tutto il mondo, i sistemi di terra senza equipaggio rimangono in gran parte incontrollati e l'introduzione di Uranus-9 sarà un passo importante verso il cambiamento di questa situazione. In confronto, la Cina, gli Stati Uniti e altri paesi hanno già sviluppato droni cisterna, ma continuano a studiare le caratteristiche della loro applicazione e cercano modi per eliminare le carenze.

Lo scopo di qualsiasi drone è ridurre il rischio di perdita del personale. Tuttavia, confrontando questa tecnica con i droni, che sono in funzione non ci sono problemi con la ricezione dei comandi e dei segnali, sistemi robotici spesso esperienza segnale blocco a causa di elementi caratteristici del paesaggio, le barriere fisiche urbani o altro, che incide negativamente l'uso della gamma. Pertanto, l'operatore di attrezzature militari robotizzate dovrebbe essere situato a breve distanza, il che lo mette a rischio.

Questo aspetto del lavoro solleva delle domande su come i sistemi si manifesteranno in condizioni di guerra radar, in cui il segnale può essere smorzato o intercettato dall'attrezzatura nemica. In precedenza, in Siria, è stato riferito che le interferenze radio create da apparecchiature russe hanno violato le operazioni di ricognizione negli Stati Uniti, essendo state introdotte nel lavoro dei sistemi di posizionamento degli aerei senza pilota.

"Uranus-9" è controllato ad una distanza di miglia 1,8 (2,9 km). La torre automatica può assumere completamente le funzioni di rilevamento e localizzazione del bersaglio, ma rimane l'ultima decisione di aprire il fuoco per l'operatore.

L'approccio russo all'uso di sistemi automatizzati mortali è simile a quello americano. Negli Stati Uniti viene usato il termine "guerra dei centauri" (è come il nome di un semi-cono-semi-umano nella mitologia greca antica). Questo approccio si basa sul controllo di una persona rispetto alle armi automatiche, che completano efficacemente le sue abilità individuali e non le sostituiscono con una macchina.

I veicoli aerei senza equipaggio hanno già cambiato il modo di condurre i combattimenti aerei e nel prossimo futuro i sistemi robotici saranno coinvolti in battaglie militari di diversi tipi di truppe.

Veicoli terrestri autonomi e semi-autonomi hanno un notevole potenziale per lo svolgimento di operazioni militari. Insieme ai carri armati equipaggiati convenzionali, possono fornire un ulteriore potere di combattimento, possono anche essere usati in aree più pericolose per aprire il fuoco su posizioni nemiche o distruggere strutture difensive. Il loro principale vantaggio è che tutte le operazioni possono essere eseguite da una distanza di sicurezza per l'operatore.

L'esercito russo ha riferito che "Urano-9" è destinato alla ricognizione sul territorio nemico o nelle condizioni del terreno.

L'introduzione di "Uranus-9" ha mostrato che l'era dei carri armati senza equipaggio è arrivata, solo la domanda rimane fino a che punto le forze armate le useranno.

Ora la Russia è uno dei primi ad accumulare esperienza in questa direzione, e i suoi ulteriori passi nello sviluppo e nel funzionamento di questo tipo di armi possono comportare conseguenze per altri stati e tattiche di combattimento.

al piano di sopra