Le più grandi compagnie aeree non vogliono volare a Bangkok

notizie

Le più grandi compagnie aeree non vogliono volare a Bangkok


Le più grandi compagnie aeree non vogliono volare a Bangkok

10.01.2014. Più di trenta voli aerei delle maggiori compagnie aeree del mondo in direzione di Bangkok sono stati cancellati a causa dei piani dell'opposizione di organizzare un'azione di protesta su larga scala nella capitale thailandese 13 a gennaio e "bloccare" la città. Lo ha riferito oggi il ministero dei Trasporti della Thailandia. I voli su 13 da gennaio a Bangkok hanno già cancellato Hong Kong Airlines, Singapore Airlines e Katya Pacific. Ciò è stato fatto, anche se l'opposizione ha promesso di non ostacolare le attività internazionali Aeroporti a Bangkok, la capitale della Thailandia.

Yinglak Chinavat, in qualità di primo ministro dello stato, ha dichiarato in precedenza che le autorità forniranno tutta l'assistenza necessaria ai turisti stranieri. La "linea calda" si aprirà, chiedendo in quale direzione, i turisti potranno scoprire come raggiungere l'aeroporto, aggirando le congestioni organizzate dai manifestanti. Inoltre, vi è un centro di informazioni speciali presso l'aeroporto di Suvarnabhumi, nel quale i passeggeri possono ottenere informazioni tempestivamente sulla situazione a Bangkok, rapporti ITAR-TASS.

Secondo il Thai Tourism Board of Thailand, потери industria del turismo capitale del regno a causa di azioni di opposizione a gennaio di quest'anno sarà circa 18 miliardi di baht (più di 19 miliardi di rubli). Secondo gli esperti, il numero di turisti che visiteranno Bangkok, diminuirà di 400 mille persone.

Per l'intero periodo di disordini di massa,

che non sono cessati a Bangkok dalla fine di ottobre,

Otto persone sono morte.

Altri quattrocento sono rimasti feriti.

Come riportato dai media della Tailandia, negli aeroporti della capitale si annota anche la massiccia cancellazione dei voli charter condotta da piccoli jet privati ​​di classe business. Bangkok è tradizionalmente utilizzata dai vettori come uno dei principali centri logistici del sud-est asiatico.

Le più grandi compagnie aeree non vogliono volare a Bangkok

Il Ministero degli Affari Esteri della Federazione Russa raccomanda ai russi di astenersi fortemente dal viaggiare a Bangkok. Lo ha annunciato il gennaio 9 nel dipartimento diplomatico russo. "Ci sono scontri tra le forze filogovernative e di opposizione, a questo proposito raccomandiamo vivamente ai cittadini russi di non recarsi a Bangkok e alle società che ospitano i nostri turisti di cancellare le escursioni nella capitale thailandese per il periodo di possibili raduni di opposizione di massa", si legge nel commento. quelli della città devono stare attenti, rispettare tutti i requisiti delle forze di sicurezza e non visitare i luoghi in cui i manifestanti sono affollati ".

Le forze di opposizione 13 gennaio intendono chiudere i trasporti a Bangkok a venti intersezioni principali, consentendo il movimento solo ai mezzi pubblici e alle ambulanze. Inoltre, i manifestanti intendono privare l'approvvigionamento idrico e disenergizzare i principali edifici governativi, che sono stati fatti molte volte in passato. L'azione, chiamata "Chiudi Bangkok", secondo i piani di opposizione, durerà per venti giorni.

Come promettono le autorità, lo stato di diritto nella città sarà assicurato, oltre alla polizia, da personale militare. Se ci sono provocazioni e spargimenti di sangue, il governo si prepara a imporre uno stato di emergenza nel Paese. L'opposizione, il cui nucleo ideologico proviene dal Partito Democratico, sta cercando di ottenere le dimissioni immediate di Chinnawat, il primo ministro ad interim, e inoltre, la cancellazione delle elezioni speciali programmate per febbraio 2 all'Assemblea nazionale (Parlamento) della Thailandia.

Nonostante il boicottaggio delle elezioni, annunciato dai democratici, un numero record di partiti partecipa alla campagna elettorale - più di cinquanta. I tentativi dei manifestanti di cancellare il voto, non permettendo nemmeno l'auto-nomination di registrarsi, hanno avuto successo nei distretti elettorali 28 nelle province 8.

Avia.per

al piano di sopra