notizie

Il vicesegretario alla Difesa Usa Colin Kahl: un lotto di missili anti-radar è stato inviato in Ucraina

Il Pentagono ha confermato l'invio di missili anti-radar in Ucraina.

Nell'ambito di un briefing tenuto dal Pentagono, un rappresentante del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha affermato che nell'ambito delle ultime consegne di armi all'Ucraina, missili anti-radar sono stati forniti alle forze armate ucraine. Si tratta, con ogni probabilità, di missili anti-radar da crociera AGM-88, il cui relitto è stato trovato nella regione di Kherson.

Nell'ambito del briefing in corso, Colin Kahl, vice capo del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, ha dichiarato:

"Nei recenti pacchetti di aiuti per l'Ucraina, abbiamo incluso una serie di missili anti-radar che possono essere lanciati da aerei ucraini".

Fino a questo punto, è stato suggerito che i missili AGM-88 siano stati lanciati da caccia americani o da installazioni a terra, tuttavia, è ovvio che alcuni degli aerei da combattimento ucraini sono stati adattati per lanciare tali missili.

Il numero e il tipo di missili non sono stati nominati, tuttavia, tenendo conto di dati non ufficiali, stiamo parlando di un lotto di 50 missili che dovrebbero essere utilizzati contro i sistemi di difesa aerea al fine di aumentare l'efficacia dell'uso di armi missilistiche e MLRS dall'esercito ucraino. Allo stesso tempo, ci sono informazioni che i missili AGM-88 sono stati lanciati insieme ai lanci di missili MLRS Himars.

.
al piano di sopra