notizie

Un caccia americano F-18 ha assistito alle esplosioni in un aeroporto militare in Crimea

Un caccia americano F-18 è stato avvistato nella parte occidentale del Mar Nero durante le esplosioni in un aeroporto in Crimea.

Poche ore prima delle esplosioni alla base aerea militare russa in Crimea, avvenute a causa della detonazione di munizioni, diversi aerei ed elicotteri militari statunitensi erano in volo al largo delle coste della Romania, di fronte alla costa occidentale della penisola. Ciò ha immediatamente causato una reazione sul Web a ciò a cui potrebbero essere collegate esattamente le esplosioni, che potevano essere viste anche dal territorio di Simferopol, situato a una distanza di 35 chilometri da Novofedorovka.

Al momento, è noto che nel cielo sopra il Mar Nero e nello spazio aereo della Romania c'era un aereo Lockheed EP-3E Aries II Orion, un aereo da rifornimento Boeing KC-135T Stratotanker, un elicottero Sikorsky HH-60M Blackhawk, e anche, cosa davvero notevole, almeno un caccia F-18. Lo scopo dell'apparizione di velivoli e di un elicottero della US Air Force in questa regione rimane sconosciuto, tuttavia, alcuni di questi velivoli hanno osservato abbastanza la detonazione di munizioni in una base aerea militare russa, sebbene il fatto della presenza di un F-18 americano fighter in the sky solleva non poche domande.

Tuttavia, gli esperti notano che questa non è altro che una coincidenza: secondo i dati ufficiali, che la leadership della Crimea ha chiesto di attendere per evitare la diffusione di false informazioni sull'incidente, la detonazione delle munizioni è diventata la ragione di tutto.

Al momento si sa di almeno un morto e altri nove feriti, mentre si segnala che le attrezzature aeronautiche non sono danneggiate.

.
al piano di sopra