notizie

L'aviazione americana ha effettuato attacchi nella parte occidentale della Siria, vicino alla città di Bennish

L'aviazione americana ha lanciato almeno due attacchi missilistici nella Siria occidentale.

Poche ore fa, l'aviazione americana ha attaccato l'autostrada che collega Idlib e la città di Bennish, situata nella parte occidentale della Repubblica araba. Gli attacchi sono stati effettuati utilizzando l'attacco MQ-9 Reaper e il drone da ricognizione. Allo stesso tempo, durante l'attacco, l'aviazione americana ha utilizzato lo spazio aereo siriano, controllato dall'esercito siriano e dai sistemi di difesa aerea russi, situato a 70-80 chilometri dal luogo dell'attacco.

Come è diventato noto, il drone tattico da attacco e ricognizione americano MQ-9 Reaper ha effettuato almeno due attacchi circa nel mezzo dell'autostrada che collega Bennish e Idlib.

Poco prima dell'attacco, è stato osservato nel cielo un aereo sconosciuto, che si è rivelato essere un drone americano. Gli Stati Uniti hanno confermato il fatto di un attacco alla Siria, rilevando che si tratta di un'operazione speciale per eliminare un terrorista di alto rango.

“Le forze del Comando Centrale Usa hanno colpito nella provincia di Idlib, in Siria, eliminando Abu Hamza al-Yemeni, un leader di alto rango di Khurras al-Din, organizzazione terroristica associata ad al-Qaeda (bandita in Russia - ndr). ). Abu Hamza al-Yemeni stava guidando da solo su una moto al momento dell'attacco. Il controllo iniziale indica che non ci sono vittime civili"., ha affermato in una nota il comando centrale degli Stati Uniti.

Allo stesso tempo, non è noto se gli Stati Uniti abbiano coordinato le loro operazioni con l'esercito russo, poiché non ci sono ancora dichiarazioni ufficiali in merito.

.
al piano di sopra