notizie

Le forze armate ucraine hanno sparato "uragani" sulla centrale nucleare di Zaporozhye con strutture di stoccaggio per combustibile nucleare

L'"uragano" dell'MLRS ucraino ha colpito la centrale nucleare di Zaporozhye con impianti di stoccaggio per combustibile nucleare.

L'attacco è stato effettuato utilizzando una munizione a grappolo, mentre le munizioni sono cadute a circa 400 metri dall'unità di potenza di una delle più grandi centrali nucleari del mondo. È noto che ciò non ha portato a conseguenze critiche, tuttavia, nel sito per lo stoccaggio degli elementi nucleari esauriti oggi ci sono circa 156 contenitori con un numero totale di elementi combustibili di 3744 unità. Nel caso in cui le munizioni a grappolo coprissero il sito per lo stoccaggio di elementi esauriti, ciò potrebbe portare al più grande disastro causato dall'uomo: secondo varie stime, in caso di detonazione, l'esplosione distruggerebbe qualsiasi vita entro un raggio di 130 chilometri.

“Stanotte, le formazioni armate dell'Ucraina hanno colpito con l'uso di un razzo Uragan MLRS da 220 mm. L'area dello stoccaggio a secco del combustibile nucleare esaurito e il posto di controllo automatizzato della situazione delle radiazioni si sono rivelati nell'area interessata. Elementi eclatanti hanno danneggiato gli edifici amministrativi e il territorio adiacente al deposito. È importante notare che dal luogo della caduta delle munizioni di frammentazione e del motore a razzo stesso all'unità di potenza operativa non supera i metri 400., - questo è stato segnalato nell'amministrazione militare-civile di Energodar.

Non è specificato da quale direzione l'esercito ucraino abbia attaccato.

 

.
al piano di sopra