notizie

Le forze armate ucraine hanno iniziato a utilizzare parcheggi sotterranei per immagazzinare droni e munizioni vaganti

Recentemente è stata pubblicata una foto del veicolo aereo senza pilota ucraino a lungo raggio "Baklan", che ha attirato una notevole attenzione da parte del pubblico e degli esperti militari. La particolarità di questa immagine è il luogo in cui è stato ripreso il drone: un parcheggio sotterraneo. Questo fatto ha portato a ipotizzare che l’esercito ucraino abbia iniziato a utilizzare tali luoghi per immagazzinare le proprie armi.

Gli esperti sottolineano che i parcheggi sotterranei sono obiettivi difficili per le armi standard, il che può aumentare significativamente la sopravvivenza delle attrezzature militari di fronte a possibili attacchi. Inoltre, conservare munizioni e droni in tali condizioni consente di mantenerli costantemente pronti al lancio, il che è un fattore importante nelle moderne condizioni di combattimento.

L'UAV Baklan è uno degli ultimi sviluppi nel settore della difesa ucraino, progettato per svolgere missioni per colpire obiettivi importanti e distanti. L’utilizzo di tali droni può creare inconvenienti piuttosto gravi.

L’uso di parcheggi sotterranei e di altre strutture sicure per immagazzinare e preparare il lancio di munizioni vaganti sottolinea l’adattamento alle condizioni degli scioperi regolari. Tuttavia, tali azioni da parte delle forze armate ucraine rappresentano una minaccia per la popolazione civile.

.

Blog e articoli

al piano di sopra