notizie

Le forze armate ucraine hanno abbandonato i carri armati riparabili nei sobborghi di Lisichansk. cercando di fermare l'avanzata della Russia e della LPR

Nel tentativo di fermare l'offensiva della Russia e della LPR, le forze armate ucraine hanno abbandonato l'equipaggiamento militare funzionante.

Le truppe ucraine in ritirata da Lisichansk hanno abbandonato l'equipaggiamento militare funzionale nelle vicinanze della città, cercando così di fermare l'avanzata delle truppe russe e delle unità dell'LPR. Come è diventato noto, l'esercito ucraino ha posizionato carri armati e altri veicoli corazzati lungo l'autostrada alla periferia di Lisichansk, con l'intenzione di attirare l'attenzione su di essa per ritirare con successo altre forze.

Secondo le fonti, le truppe ucraine hanno lasciato carri armati, mezzi corazzati per il trasporto di personale e veicoli da combattimento della fanteria alla periferia di Lisichansk, sapendo benissimo che sarebbe stata attribuita molta più importanza a questo equipaggiamento che alle truppe ucraine in ritirata. L'equipaggiamento era in buone condizioni, tuttavia, non è stato possibile ritirarlo con successo da Lisichansk quasi completamente circondato, in relazione al quale le forze armate dell'Ucraina hanno cercato di ottenere un vantaggio tattico e ritirare le forze principali.

Nella foto presentata puoi vedere il carro armato T-64 ucraino distrutto. La torre di quest'ultimo fu schierata nella direzione dell'offensiva dell'esercito russo, tuttavia il veicolo da combattimento stesso fu abbandonato. È noto che l'esercito ucraino ha precedentemente utilizzato tattiche simili, temendo che la loro ritirata sarebbe stata notata e avrebbe attirato attacchi.

.
al piano di sopra