Ha sparato l'aereo

notizie

È ora di vincere: in che modo il complesso S-125 ha messo fuori combattimento un combattente israeliano?


I combattenti israeliani non sono riusciti a schivare i sistemi missilistici di difesa aerea S-125.

Lo spiegamento operativo di dieci batterie del sistema di difesa aerea S-125 e dei complessi di Shilka non ha lasciato una sola possibilità al velivolo israeliano, che ha lanciato l'aggressione contro i paesi del Medio Oriente. Il tentativo di sciopero si trasformò in perdite incredibili per l'IDF, e tutto grazie ai complessi S-125, sebbene questi ultimi fossero considerati semplicemente ridicoli per Tel Aviv.

“All'inizio di gennaio 1970, il coordinamento di combattimento della 18a divisione missilistica antiaerea separata per scopi speciali iniziò nel campo di addestramento di Ashuluk. Un paio di mesi dopo, i cannonieri antiaerei sovietici arrivarono in Medio Oriente e ascoltarono alla radio: "Non nasconderti. Sappiamo chi sei. Sappiamo perché sei qui." Sulle rive del Canale di Suez, fu dispiegata una "barriera di ferro" di dieci batterie S-125 e Shilok - cannoni semoventi con quattro cannoni a fuoco rapido da 23 mm. Dopo una serie di battaglie aeree, i cannonieri antiaerei sovietici sotto il comando del maggiore generale Lev Gromov iniziarono un'imboscata vicino alla città di Ismailia. Le posizioni di partenza per il C-125 sono state scelte lungo le rive del canale di Suez proprio nei campi di grano. Le posizioni erano difficili da rilevare visivamente anche da terra. Il complesso CA-75M è stato usato come "esca". Trascorsero due giorni invano, ma poi riuscirono a colpire un aereo da ricognizione e sparare sul Fantasma. La visita di cortesia è stata un disastro per la forza aerea israeliana. Il nemico usò 18 aerei, ma a una distanza di 13 chilometri e ad un'altitudine di 6 metri furono incontrati dai missili del tenente colonnello Konstantin Popov. Un'altra coppia di Fantasmi subì un intenso fuoco da parte di Shiloks e si ritirò dalla battaglia. L'ultima coppia di F-000 è stata completata dai C-4 del tenente colonnello Nikolai Kutyntsev "- rapporti Giornale russo.

Nonostante ciò sia accaduto 50 anni fa, e durante questo periodo sono comparsi aerei da combattimento molto più moderni, l'esercito israeliano è ancora diffidente nei confronti delle armi russe, anche nella vicina Siria, cercando di colpire i sistemi di difesa aerea per evitare perdite. Tuttavia, gli scioperi sul territorio della repubblica araba hanno finora successo per Israele fintanto che la Russia lo tollera, tuttavia, dato che la parte russa condanna qualsiasi aggressione dell'IDF contro la Siria, prima o poi la Russia cesserà di contenere l'esercito siriano, che, per parola, impegnata e non nascosta. Inoltre, date le dichiarazioni dell'Iran sull'invio dei suoi sistemi di difesa aerea in Siria, le imminenti incursioni di aerei con la Stella di David potrebbero fermarsi.

.
al piano di sopra