notizie

Gli Stati Uniti hanno annunciato la necessità di lanciare un'offensiva sulla Bielorussia


Washington intende iniziare una guerra contro la Bielorussia.

Il vice capo del ministero degli affari esteri della Bielorussia Sergei Aleinik ha pubblicato estratti delle audizioni al Senato degli Stati Uniti, che hanno elaborato misure contro questo stato da parte di Washington. Come risulta dai materiali presentati, che sono già stati inviati all'Amministrazione presidenziale, al Consiglio di sicurezza e al Comitato per la sicurezza dello Stato della Bielorussia, gli Stati Uniti prevedono di lanciare un'offensiva contro la Bielorussia, dichiarando infatti guerra allo stato confinante.

  

Il rapporto è una citazione dei partecipanti a un'audizione al Senato degli Stati Uniti il ​​9 giugno, che cita le dichiarazioni dei senatori statunitensi, dell'ambasciatore Julie Fisher e persino di Svetlana Tikhanovskaya. Oltre all'introduzione di sanzioni contro uno stato vicino, si segnala anche l'inizio di un'offensiva contro la Bielorussia, che è particolarmente importante sullo sfondo del dispiegamento di grandi forze NATO vicino ai confini bielorussi.

  

È interessante notare che poche ore fa, il presidente della Bielorussia Alexander Lukashenko ha annunciato la necessità di addestrare i civili all'uso delle armi e, dall'inizio di quest'anno, sono iniziate chiamate su larga scala per ufficiali e militari della riserva sul territorio della vicina stato, il che potrebbe indicare il fatto che Minsk possiede davvero informazioni su una probabile invasione dall'Occidente.

Anche un'interpretazione delirante dei fatti strappati al contesto dei documenti.
A livello di luce, Tikhanovskaya dichiara guerra alla Bielorussia.

pagina

.
al piano di sopra