nave da guerra

notizie

Gli Stati Uniti hanno annunciato la loro disponibilità a ripetere l'incidente con l'addestramento dell'invasione delle acque russe


Gli Stati Uniti non hanno riscontrato violazioni nell'avvicinamento del cacciatorpediniere missilistico ai confini russi e si sono dichiarati pronti a ripeterlo.

Un grave incidente avvenuto venerdì scorso vicino alle acque territoriali russe, quando il cacciatorpediniere missilistico americano Chafee ha quasi attraversato il confine russo, ma è stato fermato dalla nave antisommergibile russa Admiral Tributs, non è stato percepito negli Stati Uniti come una violazione delle regole internazionali e ha dichiarato la disponibilità a ripetere la situazione con lo sviluppo dell'effettiva invasione delle acque russe, se lo richiede.

Il comando della flotta del Pacifico degli Stati Uniti ha notato che le azioni statunitensi si sono svolte esclusivamente in acque internazionali e la zona chiusa designata dalla parte russa non è un ostacolo significativo per questo, soprattutto perché la notifica al momento dell'incidente non era ancora entrata in vigore. Secondo il comando della flotta del Pacifico della Marina degli Stati Uniti, le azioni dell'equipaggio del cacciatorpediniere missilistico "Chafee" sono completamente legali, poiché gli Stati Uniti hanno il diritto di operare liberamente nella regione e nel Mar del Giappone.

In precedenza, gli esperti hanno affermato che le azioni provocatorie degli Stati Uniti potrebbero essere associate al primo tentativo di Tokyo e Washington di esercitare la forza sulla Russia, soprattutto dopo che il Giappone ha dichiarato arbitrariamente la propria sovranità sulle Isole Curili.

Sì, sarà così. Abbiamo ancora poco coraggio.

pagina

.
al piano di sopra