notizie

La Nato ha dichiarato l'allarme per il rilascio in mare del sottomarino nucleare russo "Belgorod".

La NATO ha annunciato un avviso di emergenza in relazione al rilascio in mare del sottomarino nucleare russo "Belgorod".

Il comando dell'Alleanza del Nord Atlantico ha annunciato un avviso di emergenza alle marine dei paesi che fanno parte della NATO e sono alleati della NATO. La ragione di ciò è stato l'invio in mare aperto del sottomarino nucleare russo "Belgorod", che non è solo uno dei sottomarini più segreti, ma è anche in grado di trasportare il veicolo senza pilota nucleare subacqueo Poseidon, che, secondo La Repubblica , è in grado di provocare uno tsunami nucleare.

“L'allarme nasce da un rapporto dell'intelligence Nato inviato nei giorni scorsi ai più importanti comandi alleati. Rapporto sul movimento del sottomarino nucleare Belgorod, entrato in funzione a luglio. Ora il sottomarino è tornato a tuffarsi nei mari artici e si teme che la missione del sottomarino sia quella di testare per la prima volta il super siluro Poseidon, spesso definito "l'arma dell'Apocalisse". Misurando 184 metri di lunghezza e 15 di larghezza, il sottomarino può muoversi sott'acqua ad una velocità di circa sessanta chilometri orari e con autonomia illimitata: circa 120 giorni senza la necessità di tornare in superficie. Le eliche sono anche considerate innovative perché progettate per proteggere dai sonar"., - riporta l'edizione italiana de "La Repubblica".

La NATO considera il sottomarino nucleare russo "Belgorod" uno dei più forti oppositori, il che si spiega, tra l'altro, dall'uso delle moderne tecnologie nel suo sviluppo.

.

Migliore del mondo dell'aviazione

al piano di sopra