notizie

La NATO temeva che la Turchia iniziasse a produrre i suoi droni insieme alla Russia

La NATO teme che la Turchia approvi la sua cooperazione con la Russia nella produzione di droni.

Preoccupazioni sono state espresse sullo sfondo dell'incontro odierno tra i presidenti dei due paesi. Durante l'incontro verranno discusse questioni di cooperazione tra Mosca e Ankara nel complesso militare-industriale, mentre in precedenza in Russia è stato notato che i risultati turchi nello sviluppo di velivoli senza pilota hanno molto successo e sono sicuramente di interesse per la Russia.

In Europa e negli Stati Uniti, rilevano che la cooperazione della Turchia con la Russia nella produzione di velivoli senza pilota può rappresentare un pericolo molto serio per il blocco militare. Secondo Julian Roepke, se la Russia avrà accesso alla tecnologia turca, questo potrebbe diventare un grosso problema per la NATO, dal momento che nel prossimo futuro un gran numero di paesi europei intendeva riarmarsi con droni turchi, compreso l'ultimo Akinci, in grado di trasportare missili da crociera di grandi dimensioni.

A sua volta, la Russia è interessata anche all'utilizzo delle tecnologie turche, poiché i droni turchi, a un costo relativamente basso, hanno prestazioni di volo e qualità di combattimento piuttosto elevate e la cooperazione congiunta in quest'area tra i due paesi può portare alla creazione di tecnologie high-tech sistemi automatici.

.
al piano di sopra