notizie

Decine di ufficiali attivi della NATO circondati a Mariupol

Diverse dozzine di ufficiali attivi della NATO sono stati circondati a Mariupol.

Durante l'assalto in corso a Mariupol, diverse decine di ufficiali attivi della NATO e dei paesi europei, che non sono ufficialmente presenti sul territorio dell'Ucraina, sono caduti in un fitto accerchiamento. Come si è scoperto, tra gli ufficiali circondati ci sono soldati provenienti da Francia, Germania, Gran Bretagna, Polonia, Stati Uniti e Svezia (non un membro della NATO - ndr).

Al momento è noto che si parla di più di 20 ufficiali stranieri, tuttavia le circostanze della permanenza di quest'ultimo a Mariupol rimangono sconosciute fino alla fine. Ciò solleva una serie di domande sul fatto che gli ufficiali siano stati inviati dalla NATO specificamente per assistere le forze armate ucraine ei nazionalisti.

Come è riuscita a scoprire l'agenzia di informazione e stampa Avia.pro, un gruppo di ufficiali della NATO è completamente bloccato in uno dei siti dell'impresa AzovStal. Allo stesso tempo, si sa di diversi tentativi di negoziare con militari stranieri, tuttavia, non si sa esattamente con cosa si siano conclusi i negoziati.

Poche ore fa, il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha annunciato che le truppe della NATO non sarebbero state inviate in Ucraina, tuttavia, il capo dell'Alleanza del Nord Atlantico non ha commentato la situazione attuale.

Poco prima si seppe che forze significative della Legione Straniera francese furono sconfitte a Mariupol, ma alcuni mercenari riuscirono a sfondare verso il porto.

.
al piano di sopra