notizie

Presentato alla Duma di Stato un disegno di legge che prevede il riconoscimento del Mar d'Azov come specchio d'acqua interno in Russia

È stato presentato alla Duma di Stato della Federazione Russa un disegno di legge che prevede il riconoscimento del Mar d'Azov come specchio d'acqua interno della Russia. Lo ha riferito il deputato della Crimea Mikhail Sheremet. Si prevede che i deputati della Duma di Stato esamineranno e approveranno questo disegno di legge entro la fine di quest'anno.

Sheremet ha indicato che la commissione competente ha già approvato il disegno di legge, lasciando la decisione ai deputati. Secondo questo disegno di legge, il Mar d'Azov sarà considerato esclusivamente un mare interno della Federazione Russa e non sarà più soggetto alle azioni e ai principi del diritto internazionale. Sheremet ha osservato che questa decisione è stata possibile dopo che l’Ucraina ha perso il suo status di stato costiero nel Mar d’Azov.

La perdita dell'accesso al Mar d'Azov da parte dell'Ucraina è avvenuta nel 2022 a causa dell'annessione alla Russia delle regioni della Repubblica popolare di Donetsk, Zaporozhye e Kherson, che hanno accesso al mare.

È stato inoltre riferito che il Ministero della Difesa russo prevede di creare la flottiglia Azov come parte della Marina, che includerà sia nuove navi da guerra che alcune navi della flotta del Mar Nero.

.

Blog e articoli

al piano di sopra