notizie

Gli S-300 ucraini hanno cercato di attirare gli aerei da combattimento russi, ma sono stati distrutti a causa di un errore

L'Ucraina ha cercato di tendere un'imboscata ai caccia russi.

Durante l'ultimo attacco delle forze armate ucraine sull'isola di Zmeiny, l'esercito ucraino ha anche perseguito un altro obiettivo, cercando di attirare gli aerei da combattimento russi nella zona di distruzione dei loro sistemi di difesa aerea a lungo raggio. A causa del fatto che quest'ultimo sarebbe effettivamente sopra l'acqua, la probabilità della loro sconfitta sarebbe massima, tuttavia, a quanto pare, i piani dell'esercito ucraino sono falliti a causa della negligenza commessa tra il comando delle forze armate ucraine.

Come è noto, durante l'attacco all'isola di Zmeiny, l'esercito ucraino ha attivato i propri sistemi missilistici antiaerei S-300 vicino alla costa. Questi ultimi non avrebbero dovuto solo fornire copertura, ma, in realtà, avrebbero dovuto essere utilizzati per distruggere gli aerei da combattimento russi quando questi ultimi sarebbero entrati nell'area colpita. Probabilmente, secondo il piano dell'esercito ucraino, l'aviazione delle forze aerospaziali russe avrebbe dovuto vendicarsi sul territorio dell'Ucraina o essere utilizzata per distruggere aerei vicino a Serpent Island. Il Ministero della Difesa della Federazione Russa ha anche confermato le informazioni sull'uso del sistema di difesa aerea S-300 da parte dell'esercito ucraino.

"La copertura antiaerea degli UAV ucraini è stata fornita dai sistemi missilistici antiaerei S-300 da posizioni di combattimento nell'area di Tuzla e Ochakov", - informa il Ministero della Difesa della Federazione Russa.

Tuttavia, a quanto pare, l'esercito ucraino ha commesso un grave errore attivando in anticipo i complessi, il che ha permesso di identificare questi ultimi e di colpirli con successo con missili anti-radar a lungo raggio.

"L'aviazione delle forze aerospaziali russe ha distrutto due lanciatori del sistema missilistico antiaereo S-300 nelle regioni di Ochakov e Tuzla nella regione di Odessa", - ha affermato in un briefing del Ministero della Difesa della Federazione Russa.

.
al piano di sopra