Cacciatore UAV

notizie

Impact UAV S-70 "Okhotnik" ha consegnato il primo attacco aereo sin dal suo inizio


L'UAV russo "Okhotnik" per la prima volta ha colpito obiettivi a terra.

Poche ore fa, l'agenzia di stampa Avia.pro ha ricevuto la notizia che, nell'ambito dei test in corso dell'ultimo velivolo senza pilota nazionale "Okhotnik", il drone ha lanciato attacchi aerei su obiettivi di addestramento nel territorio del campo di addestramento "Ashuluk". Gli attacchi sono stati effettuati utilizzando bombe aeree ad alto esplosivo da 500 chilogrammi (presumibilmente, stiamo parlando di FAB-500 - ndr).

I test sono pianificati, tuttavia, oltre al fatto che il drone da combattimento russo ha colpito con successo i bersagli, un altro fatto è piuttosto interessante: le armi sono state utilizzate dai compartimenti interni della fusoliera, il che suggerisce che in caso di reale utilizzo in combattimento, il drone sarebbe un bersaglio discreto per i radar condizionali nemico, e in precedenza molte domande venivano sollevate dal fatto stesso dell'uso di armi da parte degli ultimi UAV domestici.

In precedenza si presumeva che i test con la sconfitta dei bersagli terrestri da parte dell'UAV russo S-70 "Okhotnik" sarebbero iniziati questa primavera, mentre nella seconda metà dell'anno il drone doveva elaborare la sconfitta dei bersagli aerei, il che non esclude la possibilità che siano in corso i test del nuovissimo UAV russo prima del previsto.

Non è ancora noto se il nuovo drone russo sarà testato in condizioni di combattimento reali, in particolare se si intende il suo utilizzo in Siria.

.
al piano di sopra