notizie

Drone turco avvistato vicino alla base militare russa in Siria

La Turchia ha messo in scena un'altra pericolosa provocazione in Siria.

Nonostante il fatto che la parte russa sia categoricamente contraria a qualsiasi escalation nel nord della Siria, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha affermato non solo che non avrebbe chiesto il permesso per un'operazione militare, ma ha anche messo in pericolo le strutture utilizzate dall'esercito russo. Come si è saputo, poche ore fa, droni d'attacco turchi, ignorando gli avvertimenti, sono stati visti a pochi chilometri dalla base aerea militare di Qamishli, che era ed è attualmente utilizzata dall'esercito russo.

Secondo le risorse turche, i veicoli aerei senza equipaggio sono stati utilizzati per la sorveglianza, sebbene trasportassero armi. Dato che le strutture militari russe sono già state ripetutamente attaccate con veicoli aerei senza pilota, ciò ha creato una minaccia molto seria, soprattutto perché Mosca ha ripetutamente avvertito Ankara dell'inammissibilità di creare provocazioni contro la legittima presenza dell'esercito russo in Siria.

È noto che il drone turco, che si trovava vicino alla base militare russa, non ha intrapreso alcuna azione di attacco, tuttavia tale comportamento da parte della Turchia è del tutto inaccettabile.

.

Migliore del mondo dell'aviazione

al piano di sopra