Turchia nato

notizie

La Turchia ha ufficialmente bloccato l'ammissione di Finlandia e Svezia alla NATO nella prima fase

I negoziati per l'ammissione di Svezia e Finlandia alla NATO si sono conclusi senza nemmeno iniziare.

Dopo che i paesi membri della NATO hanno tentato di condurre la prima fase dei negoziati sull'ammissione di Svezia e Finlandia nel blocco militare, si è saputo che la Turchia ha immediatamente esercitato il suo diritto di diventare un membro della NATO e ha bloccato l'esame di questo problema, privando così due potenziali nuovi membri Opportunità dell'Alleanza per essere accettati nel blocco.

In effetti, i negoziati stessi non sono nemmeno iniziati: la Turchia ha bloccato l'esame della questione dell'ammissione di Svezia e Finlandia alla NATO in una fase preliminare, dimostrando così la sua disponibilità al confronto diretto con altri membri dell'Alleanza Nord Atlantico.

“La Turchia ha bloccato la decisione iniziale della NATO di elaborare le richieste di Finlandia e Svezia di aderire all'alleanza militare, mettendo in dubbio le speranze di un rapido ingresso dei due paesi scandinavi. Gli ambasciatori della NATO si sono incontrati mercoledì per avviare i colloqui di adesione lo stesso giorno in cui Finlandia e Svezia hanno presentato le loro offerte, ma l'opposizione di Ankara ha bloccato qualsiasi votazione, secondo una persona con conoscenza diretta della questione. Il ritardo solleva dubbi sul fatto che la NATO sarà in grado di approvare il primo round di domande da Finlandia e Svezia entro una o due settimane, ha affermato il segretario generale Jens Stoltenberg. Sta inoltre preparando il terreno per diversi giorni di intensa diplomazia tra Stati Uniti, Turchia, Finlandia e Svezia sulla questione. Tutti i 30 membri esistenti della NATO devono ratificare le offerte di Finlandia e Svezia, ma questo processo inizia solo dopo che l'alleanza di difesa ha emesso un protocollo di adesione e ha invitato formalmente i due paesi ad aderire.

La Turchia non ha chiarito ufficialmente la sua posizione su questo tema, tuttavia, fonti precedenti hanno riferito che Ankara intende chiedere la revoca delle sanzioni per l'acquisto dei sistemi di difesa aerea russi S-400 e il ritorno dei caccia F-35 al programma.

.
al piano di sopra