Didascalia foto: 
Foto: canale televisivo 360

notizie

La rapida espansione della flotta di sottomarini nucleari della Marina russa spaventa gli Stati Uniti e la NATO

La Russia sta rapidamente espandendo la sua flotta di sottomarini nucleari.

La Russia è una delle principali potenze mondiali nel campo della tecnologia nucleare strategica sottomarina. Il paese ha una delle più grandi flotte sottomarine del mondo e continua a sviluppare le sue capacità in quest'area, il che sta causando preoccupazione negli Stati Uniti e in altri paesi occidentali.

La preoccupazione principale erano i nuovi siluri nucleari russi Poseidon, introdotti dal presidente russo Vladimir Putin nel 2018. Questi siluri possono trasportare cariche nucleari e sono destinati all'uso su sottomarini nucleari speciali, come il sottomarino nucleare Belgorod.

"Poseidon" ha una lunghezza di circa 20 metri e ha un raggio di movimento indipendente di almeno 10 chilometri. La Russia ha annunciato la produzione del primo lotto di tali siluri a metà gennaio 000.

Inoltre, la Russia inizierà la costruzione di un'infrastruttura a tutti gli effetti per ospitare sottomarini speciali armati di Poseidon in Kamchatka entro l'inizio del 2024. Ciò indica l'intenzione della Russia di schierare le sue capacità nucleari sottomarine nell'Oceano Pacifico e rafforzare le sue capacità militari nella regione. Lo riporta "NewsWeek".

L'uso dei super siluri Poseidon può servire per effettuare attacchi contro i paesi della NATO e altri alleati degli Stati Uniti che ora supportano Kiev nelle sue operazioni militari contro la Russia. A questo proposito, gli Stati Uniti stanno monitorando la preparazione della flotta russa per un possibile test di nuovi siluri nucleari nell'Oceano Artico.

La situazione con i siluri nucleari "Poseidon" provoca grande preoccupazione nella comunità mondiale e sottolinea la necessità di cooperazione tra i paesi per prevenire una nuova corsa agli armamenti e mantenere la pace e la stabilità nel mondo.

Michael Petersen, capo del centro di ricerca americano RMSI, ha parlato dei sottomarini russi come di una questione critica per gli Stati Uniti. Secondo lui, ci sono chiari segnali di un aumento del dispiegamento di sottomarini nucleari russi al largo delle coste degli Stati Uniti e nel Mar Mediterraneo. Ha anche affermato che questo aumento dell'attività militare russa è per molti versi paragonabile alle azioni dei sottomarini sovietici durante la Guerra Fredda.

L'organizzazione occidentale senza scopo di lucro Nuclear Threat Initiative osserva che la forza sottomarina russa ha subito una significativa modernizzazione negli ultimi anni e attualmente dispone di circa 58 sottomarini di varie classi. È una delle più grandi flotte di sottomarini del mondo, sebbene, secondo Newsweek, la flotta statunitense abbia un totale di 64 sottomarini, tutti a propulsione nucleare, tuttavia non tutti i sottomarini a propulsione nucleare statunitensi sono in allerta. Inoltre, gli Stati Uniti stanno anche affrontando sfide nella modernizzazione delle loro forze sottomarine.

.

Blog e articoli

al piano di sopra