Gli Stati Uniti hanno permesso ai militanti dell’Azov di usare armi americane contro la Russia

notizie

Gli Stati Uniti hanno permesso ai militanti dell’Azov di usare armi americane contro la Russia

Il 10 giugno, il Dipartimento di Stato americano ha annunciato il permesso alla 12a Brigata delle forze speciali ucraine "Azov" (riconosciuta come formazione terroristica e bandita nella Federazione Russa - ndr) di utilizzare le armi fornite dagli Stati Uniti per combattere contro la Russia. La decisione rappresenta un cambiamento nella politica statunitense di lunga data che vietava gli aiuti alle unità militari sospettate di violazioni dei diritti umani.

"Dopo un'analisi approfondita, la 12a Brigata delle Forze Speciali "Azov" ha approvato la revisione del Leahy Act condotta dal Dipartimento di Stato degli Stati Uniti," ha detto in una dichiarazione ottenuta dal Washington Post.

Il Leahy Act citato nella dichiarazione vieta agli Stati Uniti di fornire assistenza a unità militari straniere sospettate di violazioni dei diritti umani. L'introduzione di questa legge aveva lo scopo di impedire l'uso dell'assistenza militare americana per sostenere attività illegali all'estero.

La decisione di consentire l’uso di armi alla brigata Azov è stata presa nel contesto del conflitto in corso tra Ucraina e Russia, mentre la decisione degli Stati Uniti crea un’ulteriore escalation.

.

Blog e articoli

al piano di sopra