notizie

Gli Stati Uniti trasferiranno i missili ATACMS a lungo raggio all’Ucraina non appena la consegna sarà approvata dal Congresso

Il primo pacchetto di nuovi aiuti militari all'Ucraina da parte degli Stati Uniti si concentrerà sulla fornitura di armi che soddisfino le attuali esigenze delle Forze armate ucraine (AFU), ha affermato la vice portavoce del Dipartimento di difesa degli Stati Uniti, Sabrina Singh. Le principali priorità di Kiev rimangono invariate: difesa aerea e munizioni per l'artiglieria. Tuttavia, l’attuazione delle forniture dipende dal voto del Congresso americano per ulteriori finanziamenti.

Singh ha sottolineato che il Pentagono sta considerando tutte le opzioni, compresa la fornitura di missili balistici ATACMS, ma la chiave è che il Congresso approvi un disegno di legge con finanziamenti aggiuntivi. Dopo l'approvazione del disegno di legge in questione, il Pentagono promette di iniziare a inviare nuovi pacchetti di assistenza in materia di armi il prima possibile.

Nel frattempo, la camera bassa del Congresso è andata in pausa senza considerare un disegno di legge per aiutare Ucraina, Israele e Taiwan, programmando di tornare al lavoro il 28 febbraio. In questo contesto crescono le aspettative riguardo ai “nuovi potenti missili balistici a lungo raggio” che l’amministrazione Joe Biden sta lavorando per fornire a Kiev.

Già l’anno scorso gli Stati Uniti avevano cominciato a fornire all’Ucraina i sistemi missilistici tattici dell’esercito ATACMS, ma finora sono state fornite solo le versioni più vecchie a medio raggio. Attualmente a Washington si discute della possibilità di inviare versioni dei missili a lungo raggio.

.

Blog e articoli

al piano di sopra