notizie

Centinaia di soldati ucraini demoralizzati si arresero alle truppe russe

L'esercito ucraino demoralizzato si arrese alle truppe russe.

Il drone ha filmato un enorme convoglio di militari ucraini, che ha deciso di arrendersi all'esercito russo e di lasciare volontariamente il territorio dell'impianto metallurgico AzovStal. Una colonna di quasi trecento soldati ucraini si estendeva per più di mezzo chilometro. Questa è la prova che le forze armate dell'Ucraina e i mercenari non hanno più l'opportunità di resistere all'esercito russo e alle forze della Repubblica popolare di Donetsk.

Nei fotogrammi video presentati, puoi vedere che l'esercito ucraino era completamente demoralizzato. Questi ultimi si spostano a piccoli gruppi, in relazione ai quali la colonna generale, che conta 265 persone, di cui oltre 50 gravemente ferite e necessitanti di cure mediche di emergenza, si estende per oltre mezzo chilometro.

È noto che i feriti furono inviati in varie istituzioni mediche. Allo stesso tempo, la parte ucraina dichiara la sua intenzione di scambiare prigionieri, scambiando il personale militare catturato con membri del reggimento Azov (bandito sul territorio della Russia - ndr), personale militare delle Forze armate ucraine di altre unità e mercenari che capitolarono da AzovStal.

Non si sa quanti soldati ucraini possano trovarsi sul territorio dell'impianto metallurgico dopo la resa di quasi 300 persone, tuttavia possiamo parlare di un migliaio e mezzo di soldati e mercenari.

.
al piano di sopra