notizie

L'esercito siriano ha distrutto almeno 4 carri armati turchi dopo un attacco di artiglieria di mezz'ora


A seguito di un bombardamento di mezz'ora di artiglieria, l'esercito turco ha perso almeno quattro carri armati in Siria.

Carri armati turchi situati nella regione del monte Zavia (erano in servizio con gli islamisti - circa ed.), Che Ankara prevede di usare contro l'ASA durante l'offensiva islamista, trasformati in pile di rottami. Ciò è dimostrato dai dati provenienti da fonti siriane. Per ragioni sconosciute, i jihadisti turchi hanno sparato su posizioni dell'ASA, alle quali le truppe siriane non hanno resistito alla cerimonia e hanno risposto con una preparazione di artiglieria di mezz'ora su un'area di diversi chilometri quadrati, provocando la distruzione di almeno quattro carri armati turchi, equipaggiamento islamista senza armamenti, presumibilmente uno dei quartier generali jihadisti e un magazzino con armi.

Sui fotogrammi video presentati puoi vedere il lavoro dell'artiglieria dell'esercito siriano e, apparentemente, le azioni dell'esercito siriano sono state coordinate da droni e aerei russi, poiché solo pochi giorni fa un aereo da ricognizione militare russo è stato visto nel cielo sopra questa zona della Repubblica araba, ovviamente, osservando le aree in cui le forze dell'esercito turco e degli islamisti potrebbero essere concentrate.

È noto che né la Turchia né la Russia sono intervenute nell'incidente, ovviamente cercando di evitare uno scontro attivo.

Certo, fu una gioia per i sistemi russi, ma né l'S-300 né l'S-400 avevano praticamente abbattuto un singolo bersaglio, mentre gli aerei israeliani bombardavano l'intero territorio intorno a loro con dei razzi.

pagina

.
al piano di sopra