notizie

La Siria conferma la disponibilità ad abbattere gli aerei israeliani e ad attaccare in risposta


Avendo violato l'accordo con la Russia, Israele è finito in guai seri.

Sullo sfondo dell'emergere di informazioni secondo cui la parte israeliana ha deciso di rompere gli accordi precedentemente raggiunti tra Israele e Russia sulla Siria, si è saputo che la Siria ha confermato la sua disponibilità a combattere le minacce israeliane e persino ad attaccare in risposta alle azioni del lato israeliano. L'esercito siriano ha armi missilistiche più che sufficienti per questo, e quindi grandi strutture militari e città israeliane possono diventare obiettivi.

Informazioni su questo argomento sono state annunciate dalla pubblicazione "Asharq al-Awsat", osservando che Damasco si aspetta aiuto dalla Russia, che si esprime almeno nella fornitura di armi moderne.

“Il quotidiano saudita Asharq al-Awsat, citando una fonte al Cremlino, riferisce che Damasco è pronta a resistere agli attacchi israeliani ed è interessata all'acquisto di moderni sistemi di difesa aerea di fabbricazione russa. L'ex primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha anche criticato le azioni del governo Bennett, che, secondo lui, è riuscito a rovinare i rapporti con Mosca, che minaccia di ridurre l'efficacia della lotta contro gli asset iraniani in Siria o addirittura di perdere tali opportunità"., - riferisce la comunità di Telegram "Military Observer" con riferimento all'edificio "Asharq al-Awsat".

Va notato che la scorsa settimana Israele ha fatto tre tentativi di colpire la Siria, tuttavia, sono falliti miseramente: su 14 missili lanciati dai combattenti israeliani, 13 sono stati abbattuti.

 

Dal buco si vedono meglio le stelle e tutto ciò che brucia i bambini.
La gente ha dimenticato che l'alluminio non è un metallo alimentare per gli utensili da cucina.

Dobbiamo rispettare la sovranità degli altri paesi!!

Questo è vapore per fischio. Fino a quando Israele non si accontenta del secondo Il-20.

Avendo violato l'accordo con la Russia, Israele è finito in guai seri.
---- In primo luogo, non l'ho capito, ma POSSO averlo capito, come si dice a Odessa, ci sono due grandi differenze. In secondo luogo, i cieli della Siria sono già stati chiusi almeno tre volte nel 2015, 2016 e 2018, ogni volta in modo definitivo e irrevocabile. E nulla è cambiato. E questa volta sarà così.

pagina

.
al piano di sopra