Didascalia foto: 
Foto: Telegramma

notizie

Sul territorio del terminal petrolifero di San Pietroburgo è stato trovato un drone di sette metri con 20 kg di esplosivo

Nel terminal petrolifero di San Pietroburgo è stato scoperto un veicolo aereo senza pilota (UAV) di tipo aeronautico con motore bicilindrico prodotto in Italia dalla Gilardoni, con un'apertura alare di circa sette metri e carico di 20 chilogrammi di esplosivo. La scoperta è stata fatta da un addetto al terminal durante un giro del territorio la mattina del 3 marzo. Esperti e investigatori esplosivi iniziarono rapidamente a neutralizzare il pericoloso ordigno, dopo di che le restanti parti dell'UAV furono inviate per esame per ulteriori studi.

L'incidente al terminal petrolifero ha fatto seguito a una serie di attacchi di droni nella regione, incluso uno che ha colpito un edificio residenziale al 161 della Prospettiva Piskarevskij a San Pietroburgo nelle prime ore del 2 marzo. Questo incidente ha portato ad un'esplosione e alla successiva evacuazione di emergenza dei residenti dagli edifici danneggiati e vicini. Fortunatamente non ci sono state vittime. Lo stesso giorno, in serata, un altro drone è stato abbattuto sulla regione di Leningrado, indicando la crescente minaccia di attacchi simili nella regione.

.

Blog e articoli

al piano di sopra