notizie

Gli aerei della NATO hanno fatto irruzione nel sottomarino russo "Orel", ma il risultato non è stato favorevole all'alleanza


L'aeronautica danese ha scoperto un enorme sottomarino russo di 154 metri Orel vicino alle sue acque territoriali.

Il comando dell'aeronautica danese ha riferito che un sottomarino russo "Eagle" è stato scoperto accidentalmente nelle acque dello stretto di Skagerrak, in movimento verso la Russia. Su un enorme sottomarino che trasportava 24 missili da crociera anti-nave P-700 Granit, sufficienti a distruggere metà della flotta NATO, gli aerei militari danesi iniziarono a volare provocatoriamente, ma, tuttavia, senza sorprese per la NATO, questo la storia non è finita.

Secondo i dati forniti dal comando dell'aeronautica danese, dopo aver rilevato il movimento di un oggetto sconosciuto nelle acque dello Stretto di Skagerrak, gli aerei furono sollevati nel cielo che, dopo "solo" 15 minuti, trovò un sottomarino russo di 154 metri. Tuttavia, nonostante il fatto che la dichiarazione della NATO fosse limitata a questo, divenne noto che il passaggio del sottomarino russo attraverso lo Stretto di Skagerrak non era affatto segreto, inoltre, il sottomarino russo era completamente in superficie e, quindi, speso nella sua ricerca di 15 minuti, questo è più un peccato per la Danimarca che un risultato.

"Ovviamente, è un grande risultato per la Danimarca scoprire del tutto un sottomarino russo. Nel tempo impiegato per localizzarlo, se necessario, il sottomarino russo Orel non avrebbe lasciato una sola nave dalla flotta nemica nel nord Europa, ovviamente avvelenando velivoli antisommergibile con rottami usando i suoi sistemi di difesa aerea ”, - i voti degli esperti.

.
al piano di sopra