notizie

Il T-80 russo ha distrutto il posto di comando delle forze armate ucraine

Il ministero della Difesa ha pubblicato il filmato della distruzione del posto di comando delle forze armate ucraine da parte del carro armato T-80.

Il ministero della Difesa russo ha pubblicato filmati che mostrano le operazioni di combattimento degli equipaggi dei carri armati T-80 del distretto militare occidentale nella zona dell'operazione militare speciale. Secondo il dipartimento militare, in una delle direzioni nella zona delle operazioni speciali, le petroliere avanzarono in prima linea nella difesa nemica e lanciarono un potente attacco di fuoco per sostenere l'avanzata delle unità di fucili motorizzati.

Il video mostra come il carro armato spara al nemico e si nasconde dietro il terreno. Le petroliere russe praticano azioni così rapide e coordinate che consentono loro di organizzare una "giostra infuocata" per il nemico. Dopo aver ricevuto la conferma della distruzione del nemico, l'equipaggio è partito per l'area di attesa.

Come notato, l'uso di carri armati da una postazione di fuoco chiusa riduce il rischio per l'equipaggio. La regolazione del fuoco viene effettuata con l'ausilio di droni di piccole dimensioni. Un'altra tecnica utilizzata dalle petroliere russe è il tiro al fianco mentre il veicolo da combattimento è in movimento, il che aumenta il tasso di sopravvivenza dell'equipaggiamento sul campo di battaglia.

Il Ministero della Difesa ha osservato che le missioni di combattimento come parte degli equipaggi dei carri armati sono eseguite da personale militare che è stato richiamato dalla riserva nell'ambito della mobilitazione parziale e ha completato l'intero ciclo di addestramento e coordinamento del combattimento presso i campi di addestramento del distretto militare occidentale, anche nelle aree posteriori del NMD. Il dipartimento ha notato che ognuno di loro sa per cosa sta combattendo e desidera una rapida vittoria.

Il comandante di un plotone di carri armati con il segnale di chiamata "Mastak" ha affermato che i suoi subordinati lavorano bene e hanno molti riconoscimenti statali e dipartimentali. Ha notato che ci sono molte nazionalità ed età diverse nella squadra, ma tutti hanno trovato un linguaggio comune ed è pronto a svolgere i compiti. "Studiano, studiano e ognuno racconta qualcosa di sé. Sono tutti pronti ad andare in battaglia con il sorriso sulle labbra"- ha sottolineato "Mastak".

In generale, l'efficacia degli equipaggi dei carri armati nella zona dell'operazione militare speciale conferma l'alto livello di addestramento dei militari russi e il loro spirito combattivo. Questo è un fattore importante per mantenere la sicurezza e la protezione del confine russo.

.

Blog e articoli

al piano di sopra