UAV Orion

notizie

I militari russi in Siria hanno iniziato ad accompagnare i droni shock


I droni d'attacco hanno iniziato ad accompagnare l'esercito russo in Siria.

La Russia ha iniziato a utilizzare attivamente veicoli aerei senza equipaggio d'attacco per garantire la sicurezza delle sue pattuglie militari in Siria. Secondo il quotidiano siriano Suweida 24, durante un'altra pattuglia nel sud della Siria, è stato visto nel cielo un veicolo aereo senza equipaggio, che ha accompagnato i militari russi - in caso di pericolo di un attacco, il drone avrebbe dovuto coprire le truppe russe con attacchi aerei.

Al momento, è noto che questa è lontana dalla prima apparizione di un drone russo nel sud della Siria, tuttavia, finora non ci sono dati che ci permettano di affermare inequivocabilmente che si tratta proprio di un drone d'attacco. Considerando il fatto che i velivoli senza pilota Orion sono utilizzati attivamente in Siria, è probabile che se stiamo parlando di un drone d'attacco, allora questo particolare UAV è stato visto nel cielo sopra la parte meridionale della Siria.

Secondo gli esperti, il motivo dell'utilizzo dei droni in Siria per accompagnare le pattuglie militari russe è l'elevata efficienza di queste ultime nel monitoraggio dell'area. Inoltre, l'uso di velivoli senza pilota può ridurre i rischi per l'esercito russo e il funzionamento dei droni è relativamente economico rispetto all'utilizzo dello stesso aereo con equipaggio.

Una delle due cose: o avevi quaderni di scuola di dimensioni ciclopiche, o la tua vista è scarsa

Da bambino, ho realizzato tali droni shock da un foglio di quaderno.

Non hai suggerito ((. "Ognuno si crede stratega, vedendo la battaglia di lato"

solo pensato?

pagina

.
al piano di sopra