Bombardiere B-1B

notizie

Il russo Su-30 ha sventato la missione degli Stati Uniti per sviluppare il bombardamento nucleare della Crimea


I combattenti delle forze aerospaziali russe hanno interrotto l'algoritmo degli attacchi nucleari in Crimea.

I bombardieri strategici dell'aeronautica statunitense B-1B Lancer hanno cercato di condurre una missione unica di colpire il territorio della Crimea. Considerando la possibilità di utilizzare armi nucleari da parte di questi bombardieri, è probabile che stessero praticando attacchi nucleari contro le basi aeree russe e le basi navali russe in Crimea. Tuttavia, grazie alle azioni operative delle forze aerospaziali russe, questa missione unica del Pentagono è stata interrotta: i caccia russi Su-30SM hanno intercettato gli aerei, probabilmente completando la loro distruzione lungo la strada. Inoltre, questo è accaduto molto prima che i bombardieri dell'aeronautica statunitense entrassero nella zona di attacco.

Degno di nota è il fatto che il volo dei bombardieri strategici americani non è stato programmato per coincidere con alcuna esercitazione speciale, mentre i caccia russi hanno prontamente risposto alla comparsa dei bombardieri e scongiurato la minaccia prima che diventasse reale.

“Gli Stati Uniti hanno praticato principalmente la distruzione delle principali strutture militari russe, anche con l'uso di armi nucleari, poiché oggi la Crimea è una fortezza inespugnabile. Tuttavia, i piani del Pentagono furono vanificati nonostante tutta la segretezza di tali azioni provocatorie da parte degli Stati Uniti", - osserva lo specialista Avia.pro.

.
al piano di sopra