notizie

Aerei da combattimento russi lanciano attacchi al confine turco dove si nascondevano centinaia di terroristi


I militanti nascosti al confine con la Turchia sono stati attaccati da aerei militari russi.

Gli aerei militari russi hanno lanciato diversi attacchi sulle posizioni dei terroristi che stavano cercando di nascondersi dagli attacchi delle forze aerospaziali russe al confine con la Turchia. Come si è scoperto, diverse centinaia di militanti erano pronti a spostarsi nei settori di prima linea, che avrebbero dovuto essere effettuati di notte. L'esercito russo è stato in grado di localizzare le forze terroristiche e ha prontamente inflitto loro diversi attacchi. Di conseguenza, i militanti hanno subito pesanti perdite sia in termini di manodopera che di attrezzature.

Il filmato presentato mostra il momento dello sciopero sulle posizioni dei terroristi nell'area dell'insediamento di Jisr al-Shugur, che si trova a circa 20 chilometri dal confine turco. Apparentemente, la parte russa controlla attentamente il movimento di piccoli gruppi di terroristi e successivamente, nei luoghi della loro concentrazione in grandi distaccamenti, effettua attacchi operativi.

È interessante notare che l'esercito russo non è fermato dal fatto che le basi militari turche si trovano nelle vicinanze. Ciò è dovuto principalmente al fatto che in precedenza la parte turca era stata avvertita di un'operazione militare a Idlib e Ankara ha dovuto ritirare le sue truppe dalla Siria.

Oggi, l'aviazione militare russa sta infliggendo attacchi piuttosto mirati ai terroristi, con l'intenzione di impedire il rafforzamento delle posizioni dei militanti nei settori di prima linea.

.
al piano di sopra