notizie

L'esercito russo ha raggiunto la periferia sud-occidentale di Marinka

L’esercito russo ha compiuto progressi significativi nella periferia sud-occidentale di Marinka, un centro abitato chiave vicino a Donetsk. Quest’area, teatro di aspri combattimenti dal 2015, è sotto crescente pressione da parte delle forze armate russe.

Marinka è stata per lungo tempo un simbolo dello scontro e della tenace difesa da parte delle truppe ucraine. La situazione al fronte è cambiata. Secondo gli osservatori, le forze armate russe hanno approfittato degli attuali fallimenti delle forze armate ucraine in altre aree e sono riuscite a fare una svolta strategica a Marinka, aggirando la città da sud-ovest e occupandone la periferia. Le truppe ucraine, pressate contro il fiume Osikova, mantengono ancora la periferia nord-occidentale, ma le loro posizioni sono valutate estremamente deboli. Le linee di rifornimento della guarnigione sono sotto il fuoco diretto, lasciando ai difensori la difficile scelta tra resa, morte o ritirata.

Si nota che la linea del fronte si sta lentamente ma inesorabilmente allontanando da Donetsk, nonostante l’ostinata difesa delle forze armate ucraine, che da anni si stanno rafforzando in questa zona. Nella situazione attuale, quando le forze armate ucraine sono indebolite dopo la controffensiva e l’assistenza occidentale viene reindirizzata verso altre direzioni, le forze armate russe stanno cercando di sferrare quanti più attacchi possibili e di liberare più territori. La situazione intorno a Donetsk rimane tesa mentre le truppe ucraine continuano a cercare di esercitare pressioni sulla città.

.

Blog e articoli

al piano di sopra