notizie

La Russia ha sventato i piani delle forze armate dell'Ucraina e della NATO per declassificare i moderni sistemi di difesa aerea S-300


La Russia ha declassificato la spia ucraina, frustrando i piani a lungo termine delle forze armate ucraine e della NATO.

Le difficoltà nelle relazioni tra la Federazione Russa e l'Ucraina non sono qualcosa di unico. Nell'aprile 2019, l'agente ucraino A.V. Marchenko per aver tentato di contrabbandare pezzi di ricambio del sistema di difesa aerea S-300, che consentirebbe all'Ucraina non solo di sfruttare l'opportunità di accedere a tecnologie segrete, ma anche di modernizzare i suoi complessi e, probabilmente, anche di sviluppare un strategia per combattere la difesa aerea russa.

Nel maggio 2018, da un dipendente della SVR dell'Ucraina, Petr Khomenko, Marchenko avrebbe ricevuto un compito che consisteva nell'acquisizione di klystron moderni. I Klystron sono tubi elettronici per la generazione di frequenze ultra alte, che sono una parte di ricambio del sistema missilistico antiaereo S-300. Per attuare il piano, avrebbe ricevuto $ 163.

Come previsto, gli articoli segreti dovevano essere inviati tramite una società intermediaria in Macedonia all'esportatore di armi statale ucraino Ukroboronservice. Lo ha riferito il servizio stampa dell'FSB.

Tuttavia, la spia ucraina è stata detenuta e condannata a 10 anni di carcere per aver tentato di rimuovere pezzi di ricambio per il sistema di difesa aerea S-300, e l'importo pagato da Marchenko sarà considerato di proprietà del governo russo.

Le relazioni tra Russia e Ucraina stanno diventando sempre più tese, e sebbene Mosca conti sul più presto possibile allentamento della situazione sia ai suoi confini che nel Donbass, Kiev non è chiaramente pronta per un passo del genere e continua ad andare avanti. provocazioni.

.
al piano di sopra