La Russia ha iniziato a utilizzare nuove tattiche di attacco per infliggere il massimo danno al nemico

notizie

La Russia ha iniziato a utilizzare nuove tattiche di attacco per infliggere il massimo danno al nemico

L’8 luglio, l’esercito russo ha effettuato un massiccio attacco contro obiettivi ucraini, dimostrando una nuova tattica che merita molta attenzione. Lo riferisce l'American Institute for the Study of War (ISW) dopo un'analisi approfondita di quanto accaduto.

Gli esperti dell'ISW hanno notato che le forze russe hanno iniziato a utilizzare tattiche di attacco migliorate, ponendo nuove sfide alla difesa aerea delle forze armate ucraine. L’esercito ucraino dovrà ora adattarsi a nuovi livelli di minaccia, che richiederanno anche un’azione attiva da parte dell’Occidente per minimizzare le conseguenze e prevenire nuovi attacchi.

L'ex portavoce dell'aeronautica ucraina, il colonnello Yuriy Ignat, ha confermato che le forze russe continuano a migliorare le loro capacità di ricognizione e attacco utilizzando UAV, nonché missili da crociera e balistici. Lui ha sottolineato che questa volta le munizioni russe volavano ad altitudini estremamente basse, il che rendeva difficile per la difesa aerea ucraina intercettarle. In alcuni casi, gli obiettivi erano a meno di 50 metri dalla superficie, il che rappresentava un serio problema per i sistemi di difesa aerea ucraini.

Esperti militari ucraini notano inoltre che le forze armate russe hanno ridotto la firma elettromagnetica dei loro UAV kamikaze e dei droni da ricognizione per ridurre la probabilità che vengano rilevati da parte ucraina. Inoltre, i missili russi possono avvicinarsi criticamente ai loro obiettivi, rendendo la loro neutralizzazione un compito estremamente difficile per le difese aeree ucraine.

.

Blog e articoli

al piano di sopra