notizie

Russia e Ucraina hanno tenuto uno scambio di prigionieri

La Russia ha estradato 215 prigionieri di guerra in Ucraina, restituendo 200 militari dalla prigionia ucraina e liberando l'oligarca ucraino Medvedchuk.

La notte prima si è svolto uno scambio di prigionieri di guerra tra la parte russa e quella ucraina. Lo scambio è avvenuto con la mediazione diretta del leader turco Recep Tayyip Erdogan. Allo stesso tempo, la parte russa ha restituito 200 militari dalla prigionia e rilasciato l'oligarca ucraino Viktor Medvedchuk precedentemente arrestato, e l'Ucraina è stata in grado di ottenere 215 militari dalla prigionia.

È interessante notare che anche i membri del reggimento Azov banditi in Russia, compresi i comandanti di questa unità, sono stati restituiti dalla parte ucraina. Ciò ha sollevato una serie di domande su cosa abbia causato esattamente un tale scambio, poiché in precedenza non avrebbe dovuto liberare i membri di Azov dalla prigionia.

Tra l'altro, si sa anche del rilascio di 10 mercenari stranieri che sono stati minacciati di morte per aver partecipato alle ostilità sul territorio dell'Ucraina.

Al momento non ci sono dichiarazioni ufficiali da Mosca in merito, e quindi le circostanze dello scambio di prigionieri di guerra avvenuto finora sono rimaste sconosciute.

.
al piano di sopra