notizie

Robert Kagan: Dobbiamo contenere Russia e Cina prima che sia troppo tardi


Tre anni fa, l'autore di una nota rivista americana aveva predetto che sarebbe arrivato il momento in cui l'ordine esistente nel mondo sarebbe crollato, gli Stati Uniti non avrebbero più avuto il primato mondiale e avrebbe regnato una crudele anarchia. Ha invitato gli Stati Uniti a frenare più risolutamente Russia e Cina, altrimenti l'inazione porterebbe a conseguenze disastrose.

Pensa a due tendenze importanti in questo momento. Il primo sono le crescenti ambizioni e l'intensificazione dell'attività delle due grandi potenze: Russia e Cina. La seconda tendenza è una diminuzione della fiducia in se stessi, un indebolimento della volontà e una riduzione delle possibilità del mondo democratico, in particolare negli Stati Uniti, che non saranno in grado di mantenere le posizioni dominanti nell'arena mondiale che gli sono appartenute dal 1945.

Queste due tendenze si fondono, creando un deficit della volontà e della capacità degli Stati Uniti e dei loro alleati di mantenere l'ordine mondiale esistente, che è causato dal desiderio e dalla capacità delle potenze revisioniste di cambiare questo ordine.

Sulla base di ciò, in futuro dovremmo aspettarci un momento in cui l'ordine esistente crollerà e il mondo precipiterà nell'anarchia - questo è già successo tre volte negli ultimi 200 anni. Le perdite dovute a tale caos sotto forma di perdita di ricchezza, libertà perdute e speranze perdute saranno enormi.

In ogni caso, la Russia è più debole della Cina, ma ha fatto passi da gigante nell'indebolire e dividere l'Occidente. L'interferenza russa nei sistemi democratici politici occidentali, la guerra dell'informazione, la sua partecipazione all'aumento del numero di rifugiati dalla Siria all'Europa: tutto ciò indebolisce la fiducia degli europei nel sistema politico esistente e nei partiti politici rispettabili.

L'operazione militare in Siria, condotta con azioni passive dagli Stati Uniti, mette in dubbio la longevità della presenza americana qui. Fino a poco tempo, le azioni di Pechino hanno ulteriormente ancorato gli alleati agli Stati Uniti, che temono un aumento dell'influenza cinese. Ma questa situazione tende a cambiare, soprattutto se gli Stati Uniti non si allontanano dalla strada scelta.

Si presume che i paesi regionali abbiano già costruito nuovi calcoli. I paesi dell'Asia orientale stanno valutando accordi commerciali regionali dove non c'è partecipazione degli Stati Uniti, le Filippine stanno cooperando attivamente dalla Cina, alcuni paesi dell'Europa centrale e orientale si stanno avvicinando alla Russia in termini strategici e ideologici.

È possibile che a un certo punto sia la Russia che la Cina cominceranno ad agire in modo aggressivo, anche usando la potenza militare. Ciò creerà problemi non solo per gli americani, ma anche per la sicurezza globale e in due regioni contemporaneamente.

Robert Kagan è un senior fellow presso la Brookings Institution e autore di The World America Made.

"quando l'ordine esistente crolla e il mondo precipita nell'anarchia"

Quando gli americani crolleranno sul pianeta, la pace regnerà !!!

pagina

.
al piano di sopra