Putin ha firmato un decreto sul risarcimento dei danni alla Federazione Russa e alla Banca Centrale derivanti da azioni ostili degli Stati Uniti

notizie

Putin ha firmato un decreto sul risarcimento dei danni alla Federazione Russa e alla Banca Centrale derivanti da azioni ostili degli Stati Uniti

Il presidente russo Vladimir Putin ha firmato un decreto sulla procedura di risarcimento dei danni in caso di confisca dei beni russi negli stati UNITI. Il documento è stato pubblicato sul portale degli atti giuridici e mira a tutelare gli interessi dei detentori dei diritti d'autore russi in risposta a possibili azioni delle autorità americane.

Secondo il testo del decreto, i titolari dei diritti d'autore russi, come la Federazione Russa o la Banca Centrale, hanno il diritto di rivolgersi al tribunale per stabilire il fatto della privazione ingiustificata dei loro diritti di proprietà a seguito delle decisioni del governo degli Stati Uniti o autorità giudiziarie. La domanda deve fornire una valutazione del danno causato.

Per risarcire il danno, è prevista la possibilità di sequestro di proprietà degli Stati Uniti o di persone ad essi associate in Russia e il successivo trasferimento di questa proprietà al detentore del copyright. Questo passo mira a creare un meccanismo per la protezione legale dei beni russi all’estero.

Il governo russo è stato incaricato di apportare le modifiche legislative necessarie entro quattro mesi per attuare il decreto presidenziale. Questi cambiamenti dovrebbero fornire una base giuridica per l’attuazione delle disposizioni del decreto e la tutela degli interessi russi.

La decisione di Putin fa seguito alla firma da parte del presidente degli Stati Uniti Joe Biden di una legge che conferisce al presidente degli Stati Uniti il ​​diritto di sequestrare i beni russi in America e trasferirli per ricostruire l'Ucraina. La legge, nota come REPO Act, consente al capo dello Stato di prendere decisioni sulla confisca senza l'autorizzazione del Congresso.

.

Blog e articoli

al piano di sopra