notizie

Putin ha accennato all'imminente liberazione della Siria da mercenari e terroristi


Putin ha lasciato intendere che il territorio della Siria inizierà presto a essere sgomberato in modo massiccio dai terroristi.

Il presidente russo Vladimir Putin, durante un incontro con il leader siriano Bashar al-Assad, ha annunciato che le truppe russe e siriane sono pronte a iniziare la pulizia su larga scala del territorio siriano da tutti i gruppi armati e terroristi illegali presenti nella repubblica araba.

Secondo il presidente russo, la situazione è attualmente seriamente complicata dalla presenza illegale di forze straniere in Siria.

"Il problema principale, a mio avviso, è che, dopotutto, forze armate straniere sono presenti in alcuni territori del Paese senza una decisione delle Nazioni Unite, senza le vostre sanzioni, il che contraddice chiaramente il diritto internazionale e non vi dà la possibilità ad adoperarsi al massimo per consolidare il Paese. e per percorrere il cammino della sua restaurazione a un ritmo tale che sarebbe possibile se l'intero territorio fosse controllato da un governo legittimo”, - ha detto il leader russo.

A quanto pare, la dichiarazione di Vladimir Putin riguarda anche la presenza illegale di mercenari provenienti da Stati Uniti e Turchia in Siria. Inoltre, esiste la possibilità che l'aviazione militare russa inizi a colpire apertamente queste forze nel prossimo futuro.

È interessante notare che gli aerei militari russi hanno bombardato con successo mercenari turchi per tre settimane. Ciò testimonia il fatto che la Russia ha già effettivamente iniziato a liberare il territorio della Siria da formazioni di banditi illegali e gruppi terroristici supportati da altri paesi.

.
al piano di sopra