notizie

La provocazione del cacciatorpediniere americano è un tentativo di fare pressione su Tokyo e Washington per le Isole Curili meridionali


L'incidente al confine russo è la prima pressione di Giappone e Stati Uniti sulle Curili del Sud.

La provocazione del cacciatorpediniere americano e la successiva comparsa vicino ai confini orientali russi del bombardiere strategico americano B-1B Lancer sono il risultato della pressione militare di Tokyo e Washington sulle Curili meridionali, che il Giappone ha arbitrariamente dichiarato suo territorio.

È noto che è stato possibile intercettare il cacciatorpediniere missilistico americano che trasportava missili da crociera Tomahawk infatti pochi istanti prima che entrasse nelle acque territoriali russe. Allo stesso tempo, il cacciatorpediniere americano ha quasi speronato la nave antisommergibile russa, disperdendosi con essa a una distanza di soli 60 metri.

Il volo provocatorio di un bombardiere strategico americano vicino ai confini russi può essere posizionato come un segnale per gli Stati Uniti della loro disponibilità a proteggere il Giappone come suo alleato.

Gli esperti osservano che tali azioni da parte degli Stati Uniti e del Giappone destabilizzeranno la situazione. Allo stesso tempo, in termini di protezione dei suoi confini, la Russia è pronta ad agire in modo estremamente duro.

Ross Onyx non è abbastanza intelligente da distinguere solo un segnale da un attacco

"sbiadisce" anche se non fa caldo. Amer rischierà New York o St. Francisco piuttosto che Tokyo?!

Come segnale agli Stati Uniti sulla loro disponibilità a proteggere il Giappone come suo alleato (Afghanistan). Sì, questi possono. Quando fa caldo, svaniscono rapidamente.

pagina

.
al piano di sopra