notizie

Il presidente dell'Azerbaigian mette in discussione la sovranità russa sulla Crimea


Aliyev ha ufficialmente riconosciuto la Crimea come parte dell'Ucraina.

Il presidente dell'Azerbaigian Ilham Aliyev ha dichiarato che la penisola di Crimea annessa alla Russia fa parte del territorio dell'Ucraina. Ciò indica l'inizio di un possibile confronto tra Russia e Azerbaigian sulla situazione in Karabakh e in Armenia. Si presume che ciò sia dovuto alle pressioni della Turchia.

Nell'ambito dell'incontro tra il presidente azero Ilham Aliyev e il presidente ucraino Vladimir Zelensky, il leader azerbaigiano ha dichiarato di sostenere pienamente l'integrità territoriale dell'Ucraina e di non credere che la Crimea sia un territorio sovrano della Russia. I dati su questo argomento sono stati confermati dal servizio stampa del presidente dell'Ucraina.

“Abbiamo firmato una dichiarazione congiunta dei presidenti di Ucraina e Azerbaigian. Consolida la disponibilità a fornire supporto reciproco per la sovranità e l'integrità territoriale dei nostri stati all'interno dei confini internazionalmente riconosciuti, la lotta congiunta alle minacce ibride, il desiderio di garantire pace e stabilità nella regione del Mar Nero-Caspio e oltre"., - ha affermato Volodymyr Zelenskyy, esprimendo i risultati dell'incontro congiunto dei leader dei due paesi.

È interessante notare che solo pochi giorni fa Ilham Aliyev ha minacciato apertamente la CSTO, affermando che l'interferenza della CSTO negli affari di Armenia e Azerbaigian potrebbe avere gravi conseguenze. Questo può portare a problemi piuttosto significativi per Baku.

Di nuovo sofferto!

Questa è un'altra loggia armena.

Aliyev Stai giocando con il fuoco, credimi, ma è vero.

E mi chiedo cosa diranno a questo gli azeri che si nutrono in Russia: forse abbasseranno i prezzi nei loro mercati?

Nessuno da chiamare, no come...

E quando è apparso l'Azerbaigian sulla mappa dell'URSS? E come si chiamava allora? Chi l'ha creato, può revocare il riconoscimento?

Totalmente d'accordo con te.

Un tipo molto sgradevole, gli sorride in faccia e gli infila un coltello nella schiena.

La Russia deve sollevare la questione dell'appartenenza del Karabakh all'Armenia e non a Baku, cosa dirà?

Prima di Aliyev, dovrebbe essere sollevata la questione della sovranità e dell'indipendenza dell'Azerbaigian dalla Russia.

Non ci sono dubbi su di te.

Viva il Tatarstan indipendente, la Bashkiria, il Cecenistan, l'Inguscezia, il Daghestan, il Tuva e tutti i popoli che vivono sotto l'occupazione russa!

Potrebbe essere diverso?

E noi stessi siamo deboli, per costruire la stessa Mosca ???. Le mani non crescono da lì.

Ebbene, in generale, non spetta ad Aliyev decidere le questioni dei territori della Russia. Dimmi chi è il tuo amico e ti dirò chi sei. L'amicizia con il più divertente presidente Zelensky si riflette solo negativamente sull'immagine di Aliyev. Continuazione di KVN.

Vladimir, sono completamente d'accordo. Aliyev è un nemico della Russia e l'Azerbaigian dovrebbe essere trattato di conseguenza. Il grande M.Magomae, il regno dei cieli, non ha vissuto abbastanza per vedere questa vergogna azerbaigiana.Questo tradimento della Russia da parte di Aliyev tornerà a perseguitarlo. Baku sarà lavato con il sangue, ma la Russia non verrà in soccorso.

È necessario condividere questo paese con l'Iran.

Nessuno è interessato a questo, tranne Erdogan e Zelensky

Gli azeri sono diventati impudenti ultimamente.

E perché la Cecenia non è stata autorizzata all'indipendenza?

E dovevamo aiutare gli armeni! Con che tale spavento.

È strano sentirlo da Aliyev. Dovrebbe essere più preoccupato per la dubbia sovranità dell'Azerbaigian sull'Azerbaigian.

È inutile, ovviamente. Ma devi dire qualcosa per compiacere Erdogan).

Mi chiedo se la sua opinione su Cipro del Nord sia esattamente la stessa?

Anche il gallo nero è confuso.

Mosca è l'Azerbaigian!!!

Devi rispondere per il "bazar"! Come farà Aliyev a "rispondere"?))) Conta sull'aiuto di Erdogan e "Pan" Ze?)

Sì. questo è il risultato della nostra politica - sia vostra che nostra -..

Può ripetere!

Chi ne dubiterebbe. È meglio per Aliyev pensare ai suoi territori che dire qualcosa sulla Crimea. Se non fosse stato per Putin, Aliyev avrebbe considerato il territorio del Karabakh come suo, che Pashinyan a tradimento gli aveva ceduto. Per Putin, questa sarà una lezione.

Ciechi e sordomuti decisero di difendersi insieme.

E allora? La Russia e l'Azerbaigian hanno la stessa dichiarazione. La carta prenderà tutto!

Secondo la sua opinione, Baku può diventare di nuovo una città di provincia della Russia.

Aliyev è un sostenitore di una soluzione militare al problema del Karabakh, lo ha affermato durante l'ultima guerra. La soluzione militare, qualunque cosa si dica sull'autonomia culturale, in realtà implica l'effettiva espulsione degli armeni dai loro luoghi di residenza originari. Tale approccio è contrario ai principi internazionali contemporanei relativi ai diritti umani. Un altro punto che caratterizza la natura iniqua delle azioni è la procedura non trasparente e imperfetta per il riconoscimento dell'indipendenza del nuovo Stato della Repubblica dell'Azerbaigian. Durante il riconoscimento della sua indipendenza, l'Azerbaigian non controllava il territorio del Nagorno-Karabakh, non c'erano le sue autorità lì e non c'erano rappresentanti del Nagorno-Karabakh negli organi rappresentativi. Inoltre, lo stesso Nagorno-Karabakh, contemporaneamente all'Azerbaigian, ha dichiarato la sua indipendenza in conformità con le leggi dell'URSS, che hanno consentito al territorio autonomo di determinare in modo indipendente il proprio status giuridico dopo che la repubblica sindacale ha lasciato l'URSS.

Questo è il risultato della politica sdentata e vaga della Russia. La Turchia li ha davvero aiutati e supportati senza paura. Abbiamo davvero aiutato l'Armenia? Ebbene, chi sarà scelto dopo? Come alleati, scegli coloro che possono esserti utili.

E perchè no? Se guardi i documenti, allora la Russia è l'unico paese che ha una carta legalmente irreprensibile a possedere non solo la parte del Nagorno-Karabakh, ma anche l'intero Karabakh, che è molto più ampio. Questo documento è certificato dal sigillo e dalle firme di due imperi - Russia e Persia, dove è scritto che queste terre sono affittate al possesso dell'Impero russo per "tempi eterni", Quindi ora l'Iran se ne accorge giustamente - se non lo fai ne hai bisogno ora, puoi restituirci e non lasciare i turco-tartari, perché non eravamo d'accordo.

E cos'è una specie di azeirabajan? Ci interessa la sua opinione?

E perché è, in dubbio, messo. L'uomo dichiara molto francamente che "questa è terra ucraina", come hanno più volte affermato i turchi. Quindi non c'è bisogno di essere signori modesti. Devi solo non mettere la testa sotto la sabbia, ma chiaramente chiamare le cose con le carte in tavola e finalmente decidere in questo momento critico chi è chi per la Russia.

Sono d'accordo che questa è la reazione di Aliyev a come l'Occidente non se ne frega niente di tutte le proposte della Russia. E il resto ti sbagli. La risposta, e quella difficile, seguirà sicuramente.

E allora? E la Federazione Russa dovrebbe mettere in discussione la proprietà dell'intero Karabakh da parte dell'Azerbaigian! E non solo...

Qualcuno ha dubitato della posizione di Aliyev?

Questa è una reazione a come l'Occidente non se ne frega niente di tutte le proposte della Russia, che dovrà semplicemente cancellarsi, e di come le truppe sono state ritirate dal Kazakistan, cercando di non impedire alla repubblica di rimanere sotto la Turchia e l'ovest. E anche a come la Russia reagisce alle violazioni della pace in Karabakh, cercando di rimanere in disparte. Aliyev divenne apertamente un vassallo della Turchia.

Questo non è il CSTO per te.

Non è solo nei suoi dubbi.

Questo cane ci abbaierebbe?

Hai visto il leader aborigeno da qualche parte?

pagina

.
al piano di sopra