Didascalia foto: 
Foto: Notizie RIA

notizie

L'intermediario del piano fraudolento, il vice comandante della guardia russa del distretto centrale, è stato condannato a sei anni di carcere

In un caso di frode che coinvolge il vice comandante della guardia russa del distretto centrale, uno degli intermediari, il colonnello Mamuki Kochiev, è stato condannato a sei anni di prigione. Secondo la sua testimonianza, il sistema di tangenti prevedeva importi significativi. Il maggiore generale Vadim Dragomiretsky, secondo Kochiev, è stato informato della necessità di spendere 311 milioni di rubli nell'unità militare. Nel processo di cooperazione, Dragomiretsky avrebbe intascato il 10% dell'importo, in collusione con gli imprenditori per trasferire tangenti. Questi dati sono forniti dalla "Base".

Kochiev è stato arrestato e ha stretto un accordo con le indagini militari, fornendo tutte le prove necessarie. Di conseguenza, è stato condannato a sei anni di prigione. L'arresto del maggiore generale Vadim Dragomiretsky è avvenuto il 22 marzo; è sospettato di aver ricevuto tangenti e abuso di potere. L'indagine ha stabilito che Dragomiretsky collaborava con la società DMN-GROUP e aveva tre intermediari, tra cui Kochiev.

.

Blog e articoli

al piano di sopra