notizie

Dopo lo sciopero MiG-29, è rimasto solo un imbuto di più metri dal complesso di difesa aerea turca


L'esatto colpo del combattente MiG-29 ha lasciato solo l'imbuto multimetro del complesso turco MIM-23 Hawk.

Immagini satellitari della base aerea di Al-Watia, catturate dai militari turchi, sono apparse sul Web, dove sono stati successivamente schierati i sistemi di difesa aerea turca MIM-23 Hawk. Pochi giorni dopo, dopo l'attacco del caccia MiG-29, e questa informazione è stata confermata dai rappresentanti dell'Esercito nazionale libico, al posto dei sistemi di difesa aerea dispiegati sono comparsi solo crateri di più metri e le macerie dei complessi turchi sono state sparse in un raggio di diverse centinaia di metri.

Nelle immagini satellitari presentate, si può vedere che i caccia di fabbricazione russa colpiscono con precisione i siti di spiegamento dei sistemi di difesa aerea turchi. Apparentemente, gli attacchi aerei sono stati consegnati con la massima accuratezza e, sebbene in precedenza fosse stato affermato che l'attacco era stato effettuato dai caccia UAE Air Force Mirage 2000, le fonti chiariscono che erano i caccia LNA Air Force, che, tenendo conto dell'accuratezza degli attacchi aerei, suggerisce che era il MiG a funzionare -29.

Va notato che invece dei complessi MIM-23 "Hawk" distrutti, la Turchia ha già schierato complessi S-125 di fabbricazione ucraina nella base aerea di Al-Watia, e quindi, nuovi attacchi dell'LNA potrebbero seguire sia nei prossimi giorni che nei prossimi ore.

.
al piano di sopra